Cerca nel sito
Guercino, mostra, Bard

Il Guercino sbarca in Valle D'Aosta

Al Forte di Bard 54 opere provenienti da quadrerie e collezioni del Seicento

Giovanni Francesco Barbieri
©Archivio Fotografico Banco BPM
Giovanni Francesco Barbieri, detto il Guercino - Cristo e la Samaritana, 1647
E' dedicata a Giovan Francesco Barbieri, detto il Guercino, la mostra che apre oggi i battenti al Forte di Bard. Si tratta de "Il Guercino. Opere da quadrerie e collezioni del Seicento" che fino al prossimo 30 giugno metterà in scena le opere di uno dei più importanti maestri del Barocco provenienti da collezioni private e quadrerie. Ricordiamo, infatti, che il Guercino esercitò il proprio ascendente su un pubblico molto vasto grazie alla grande duttilità del suo pennello, capace di captare le più disparate suggestioni per fonderle in uno stile unico, riconoscibile e in costante evoluzione. Ricordiamo che Guercino assimila, attraverso Dosso Dossi e Scarsellino, la lezione cromatica di Tiziano, vera premessa alla sua pittura di tocco, a grandi macchie liquide e luminose di colore. L'incontro a Bologna con Ludovico Carracci fu levento che allargò gli orizzonti dell'artista alla cultura più aggiornata del tempo, senza cancellare l'ispirazione comunque naturalistica che resta alla base della sua creazione. 
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo curato da Elena Rossoni e Luisa Berretti presenta una selezione di 54 opere del grande pittore centese, considerato uno dei massimi interpreti della pittura emiliana barocca. Le opere in mostra sono state principalmente commissionate da ecclesiastici, regnanti e famiglie nobiliari. Tra queste, ora conservate sia in collezioni private che pubbliche, appaiono dipinti di grande innovazione figurativa, riferibili a diverse fasi della sua attività, dal vivo colorismo della fase giovanile alla maggiore compostezza classica delle opere tarde. Si tratta di una serie di dipinti di soggetto religioso, mitologico, letterario, di dimensioni variabili a seconda della loro destinazione finale.
 
DA NON PERDERE
 
Le commissioni, oltre che attraverso i dipinti, saranno testimoniate in mostra anche da una significativa serie di stampe realizzate da incisori a lui vicini come Giovanni Battista Pasqualini. I disegni, che rimasero per la gran parte nel suo studio, costituiscono un’accezione particolare del Guercino privato, trattandosi soprattutto di opere che il pittore custodiva personalmente, sia per utilizzarle per creazioni proprie o degli allievi all'interno della propria bottega.
 
Il Guercino. Opere da quadrerie e collezioni del Seicento
Dal 5 aprile al 30 giugno 2019
Luogo: Forte di Bard. Valle d'Aosta
Info: 0125 833811 | info@fortedibard.it | 
Sito: www.fortedibard.it
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Valle d'Aosta
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100