Cerca nel sito
Gherardo delle Notti, Mostra, Uffizi

Il caravaggismo in mostra a Firenze

Agli Uffizi si inaugura la nuova stagione espositiva con la prima grande monografica italiana dedicata al celebre caravaggista Gerrit van Honthorst

Gherardo delle Notti<br>
http://www.unannoadarte.it
Gerrit van Honthorst (Gherardo delle Notti) - Cristo morto con due angeli, 1612-1613
S’intitola "Gherardo delle Notti. Quadri bizzarrissimi e cene allegre" la prima mostra monografica dedicata al pittore caravaggesco di origine olandese Gerrit van Honthorst che apre la nuova stagione espositiva con della Galleria degli Uffizi. Curata da Gianni Papi la mostra mette insieme nel percorso espositivo prestiti dai più importanti musei internazionali insieme alle cinque tele conservate agli Uffizi, per ripercorrere la carriera artistica del pittore olandese , più noto al pubblico italiano come Gherardo delle Notti, proprio per la sua particolarità di ritrarre scene a lume di notte, con suggestivi effetti luministici, generati dall’intenso chiarore della luce di candela, contrapposti alle ombre.

Perché andare
La mostra documenta accuratamente sia la fase iniziale di attività dell’artista sia quella più famosa e matura. A questa seconda fase appartengono i risultati che hanno reso celebre il pittore, come le tele conviviali fiorentine “Cena con sponsali”, “Buona ventura”, “Cena con suonatore di liuto” o quelle appartenute a Vincenzo Giustiniani con l’eccezionale prestito del “Cristo dinanzi a Caifa”, della National Gallery di Londra. Particolarmente importante la presenza di tre pale d’altare: quella genovese per la chiesa di Sant’Anna “Santa Teresa incoronata da Cristo”, quella per Santa Maria della Scala a Roma “Decollazione del Battista” e la grande tela della chiesa dei Cappuccini di Albano, del 1618, “Madonna in gloria con i santi Francesco e Bonaventura”. Oltre ai quadri eseguiti in Italia è esposto anche una raccolta di dipinti realizzati da Honthorst in Olanda, nei primi anni dopo la partenza dalla penisola, per documentare come la sua tavolozza andò gradualmente schiarendosi come il “Violinista allegro” del Rijksmuseum di Amsterdam.

Da non perdere
All’interno dell’esposizione possiamo ritrovare un’interessante sezione che documenta la grande influenza avuta da Gherardo sullo sviluppo del filone della pittura a lume di notte, con opere di Trophime Bigot, del Maestro del lume di candela, di Giovan Francesco Guerrieri, di Francesco Rustici, di Rutilio Manetti, di Adam de Coster, di Mathias Stomer, di Domenico Fiasella e di Paolo Guidotti. Nel percorso espositivo anche un confronto con alcuni pittori attivi sulla scena romana ovvero Dirck van Baburen e Hendrick Terbrugghen, entrambi di Utrecht, lo Spadarino,  Bartolomeo Manfredi, autore, come Gherardo, di fondamentali scene conviviali e infine Caravaggio presente in mostra col “Cavadenti” della Galleria Palatina, eseguito nel 1609.

Gherardo delle Notti. Quadri bizzarrissimi e cene allegre
Fino al 24 Maggio 2015
Luogo: Galleria degli Uffizi, Firenze
Info: +39 055 2388651
Sito : http://www.unannoadarte.it


*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Toscana
  • Sovana e il suo tesoro
    ©iStockphoto

    Sovana e il suo tesoro

    Il borgo in provincia di Grosseto tra storia e leggenda, cosa sapere sul paese natale di Papa Gregorio VII
  • La Toscana che profuma di olio
    istockphoto.com

    La Toscana che profuma di olio

    L'olio Toscano IGP è un'eccellenza che vanta una tradizione secolare ed un gusto inconfondibile
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati