Cerca nel sito
Giapponismo, mostra, Rovigo

Giapponismo, a Rovigo arriva il fascino d'Oriente

A Palazzo Roverella le tendenze giapponiste dell'Europa tra '800 e '900

Carl Moser 
StudioEsseci
Carl Moser - Pavone con quattro ciliegie, 1929
S'intitolerà Giapponismo. Venti d'Oriente nell'arte europea. 1860 - 1915 la mostra che a Palazzo Roverella mapperà, per la prima volta, le tendenze giapponiste dell'Europa tra Ottocento e Novecento. Ricordiamo infatti che attorno al 1860 esplose la moda giapponista che coinvolse dapprima la ricca borghesia internazionale, ma soprattutto due intere generazioni di artisti, letterati, musicisti e architetti, trovando via via sempre più forza con l'innesto della nascente cultura e Liberty e modernista sempre più attenta ai valori decorativi e rigorosi dell'arte giapponese.
 
PERCHE' ANDARE
 
Curata da Francesco Parisi la mostra affiancherà originali e derivati, ovvero opere scelte fra quelle che giungendo dal Giappone divamparono a oggetto di passioni e di studi in Europa, accanto alle opere che di questi "reperti" evidenzino la profonda influenza. In mostra non solo la pittura ma anche la grafica, l'architettura, le arti applicate, le llustrazioni e i manifesti daranno conto per la prima volta in modo organico, di quanto capillarmente e profondamente quel Giapponismo sia entrato nel corpo della vecchia Europa. L'esposizione sarà articolata in quattro sezioni esattamente come furono 4 le grandi Esposizioni Universali che in quei decenni contribuirono, grazie alla presenza dei padiglioni giapponesi, a svelare ed amplificare il nuovo che giungeva da così lontano, da quel luogo misterioso e magico.
 
DA NON PERDERE
 
Nel percorso espositivo accanto ai capolavori di Gauguin, Touluse Lautrec, Van Gogh, Klimt, Kolo Moser, James Ensor, Alphonse Mucha si potranno ammirare le tendenze giapponiste nelle opere degli inglesi Albert Moore, Sir John Lavery e Christopher Dresser. Non mancano gli italiani con Giuseppe De Nittis, Galileo Chini, Plinio Nomellini, Giacomo Balla, Antonio Mancini, Antonio Fontanesi e Francesco Paolo Michetti. E poi ancora i francesi Pierre Bonnard, Paul Ranson, Maurice Denis, Emile Gallé e i belgi Fernand Khnopff e Henry Van De Velde.
 
GIAPPONISMO. Venti d'Oriente nell'arte europea. 1860 - 1915
Dal 28 Settembre al 26 Gennaio 2020
Luogo: Rovigo, Palazzo Roverella
Info: www.palazzoroverella.com
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati