Cerca nel sito
Palazzo Reale, Mostra, Calendari Pirelli

Forma e desiderio negli scatti del calendario Pirelli

Milano – Al via la mostra “Forma e Desiderio” che fino al 22 febbraio terrà occupate le sale di Palazzo Reale con una selezione d’immagini tratte dai Calendari Pirelli

Mario Sorrenti
© The Cal - Collezione Pirelli
Mario Sorrenti - Murtoli, Corsica, Francia 2012
A partire dal 21 novembre, Palazzo Reale ospita la mostra “Forma e Desiderio. The Cal - Collezione Pirelli” che presenta una selezione di circa 200 fotografie tratte dai Calendari Pirelli dalla loro nascita ad oggi. Diventato in breve tempo un oggetto di culto, il Calendario da più di cinquant’anni interpreta i cambiamenti sociali e culturali e anticipa le tendenze delle nuove mode, attraverso l’occhio attento dei più celebrati autori contemporanei da Richard Avedon a Peter Beard da Steve McCurry a Annie Leibovitz da Joyce Tenneson a Karl Lagerfeld e infine da Bert Stern a Steven Meisel che ha realizzato l’edizione 2015 del celebre calendario.

Guarda il video: La morbida Candice, 90 kg sul calendario Pirelli 2015

Perché andare
L’esposizione, curata da Walter Guadagnini e Amedeo M. Turello, propone un itinerario tematico, seguendo un processo che esplora e accosta relazioni, analogie, citazioni e contrasti fra le immagini di oltre mezzo secolo. Il percorso si sviluppa attraverso cinque stanze, ognuna delle quali dedicata agli elementi che accumunano le foto contenute nello spazio: dalla seduzione alla provocazione, dal mito all’eleganza.  La mostra si apre con la sezione” L’incanto del mondo” nella quale vengono presentate quelle fotografie che, almeno fino al 1972, venivano realizzate con l'intento di guidare lo spettatore attraverso due elementi fondamentali come il paesaggio e l’espressione delle modelle. Si tratta di atteggiamenti e luoghi che nell'immaginario collettivo trovano, in quegli anni, i loro corrispondenti nelle pagine di Love Story e nelle ambientazioni dei primi James Bond e che ritornano come rimandi nei cicli di John Claridge del 1993, di Herb Ritts del 1994, di Peter Lindbergh del 1996, di Bruce Weber del 2003 o di Mario Sorrenti del 2012.

Da non perdere
Particolare interesse merita la sezione “Lo sguardo indiscreto” incentrata sulle immagini caratterizzate da un misto di provocazione, gioco e trasgressione. Si parte dal ‘1969’ di Harri Peccinotti ai lavori di Helmut Newton con il suo tipico linguaggio di matrice raffinatamente voyeurista, fino ad arrivare ai più recenti e più ammiccanti Mario Testino, Bruce Weber, Patrick Demarchellier, tutti cantori di un erotismo che si dichiara nella sua essenza.  Nella sezione “La natura dell’artificio” si potranno invece ammirare gli scatti di Brian Duffy, di Peter Knapp, fino a raggiungere i vertici nella ricostruzione del mondo per via di geometrie, ispirate dalle tracce del pneumatico sul corpo delle modelle, di Uwe Ommer o ancora di Barry Lategan, oppure  di Nick Knight, autore di una delle edizioni certo più anomale e sorprendenti, vocata alla sottolineatura di una sperimentazione linguistica che travalica il genere della composizione con figure per arrivare ai limiti della pura astrazione.

Altre mostre da non perdere a Milano
VAN GOGH, L'UOMO E LA TERRA A PALAZZO REALE
MARC CHAGALL A PALAZZO REALE
RAFFAELLO TORNA A MILANO DAL 3 DICEMBRE 2013


FORMA E DESIDERIO. The Cal - Collezione Pirelli
Dal 21 novembre 2014al 22 febbraio 2015
Luogo: Palazzo Reale, Milano
Info: www.mostrathecalpirelli.it
Sito: www.comune.milano.it/palazzoreale


*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100