Cerca nel sito
De Chirico, mostra, Milano

De Chirico ritorna a Palazzo Reale di Milano

A Palazzo Reale 100 capolavori ricostruiranno la carriera del Pictor Optimus

Giorgio de Chirico 
Ufficio Stampa Electa
Giorgio de Chirico – Il Figliol Prodigo
A partire dal prossimo 25 settembre, le sale di Palazzo Reale, a distanza di quasi cinquant’anni dalla personale del 1970, torneranno a ospitare l’opera di de Chirico in una straordinaria retrospettiva curata da Luca Massimo Barbero. L’esposizione offrirà la chiave d’accesso a una pittura ermetica che affonda le sue radici nella Grecia dell’infanzia, matura nella Parigi delle avanguardie, dà vita alla Metafisica che strega i surrealisti e conquista Andy Warhol e, infine, getta scompiglio con le sue irriverenti quanto ironiche rivisitazioni del Barocco. 
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo, articolato in 8 sale, prenderà avvio dalla “Grecia dell’infanzia”, in particolare dal “Centauro morente” del 1909, un dipinto nel quale è ancora ravvisabile l’apprendistato accademico e al contempo svela l’importanza della famiglia nella costruzione dell’iconografia dechirichiana. La mostra proseguirà con la “Metafisica” prima rivoluzione pittorica messa a punto da de Chirico che trasforma i dipinti in veri enigmi. Come nel caso della monumentale “Arianna” (1913), in prestito dal MET di New York in cui assomma tutti i caratteri della Metafisica, approcciati dall’artista fin dagli anni parigini e sviluppati a partire dal 1914 a Ferrara. La terza sala sarà dedicata ai giochi di prospettiva che fanno di de Chirico l’acclamato antesignano del Surrealismo. Si proseguirà con un puro omaggio alla pittura dechirichiana, con temi pressoché iconici come l’autoritratto, la natura morta e il mito. La quinta sala sarà poi riservata, al “manichino” tema principe della poetica dechirichiana con “Il figliol prodigo” ed “Ettore e Andromaca”. Non mancherà una raccolta di “Gladiatori” e un omaggio alla serie dei “Bagni misteriosi” del 1935.
 
DA NON PERDERE
 
Sarà presente nel percorso anche una sala dedicata alla neometafisica, grande summa della parabola dechirichiana. L'artista riprende la pittura pastosa degli anni Trenta o il “Ben dipingere” come lo definiva l’artista stesso fin dal 1933, giungendo poi alla rimeditazione della metafisica che, nell’idea di ripresa e replica delle “Muse inquietanti”, folgorò Andy Warhol come una rivoluzione.
 
de Chirico
Dal 25 settembre al 19 gennaio 2020
Luogo: Milano, Palazzo Reale
Info: 0292897740
Sito: www.dechiricomilano.it
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati