Cerca nel sito
Dal Divisionismo al Futurismo, mostra, Rovereto

Da Segantini a Balla: a Rovereto la pittura della luce

Al Mart una mostra mette in scena i maggiori capolavori degli artisti che, a cavallo tra il XIX e il XX secolo, definirono la nascita della pittura moderna 

Le marchand d'oublies
Ufficio Stampa MART
Gino Severini - Le marchand d'oublies,1909
Narra le origini e lo sviluppo del Divisionismo in un dialogo esplicito con il Futurismo la mostra intitolata “I pittori della luce. Dal Divisionismo al Futurismo” che a partire da oggi sarà visitabile al MART. Si tratta della seconda tappa di un progetto espositivo internazionale interamente dedicato all’arte dei maestri italiani che vissero tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX che ha debuttato alla Fundación MAPFRE di Madrid, dal 17 febbraio al 5 giugno.
 
Perchè andare
Curata da Beatrice Avanzi,  Daniela Ferrari, Fernando Mazzocca, l'esposizione presenta oltre 80 opere di grandi maestri come Segantini, Pellizza da Volpedo, Morbelli, Longoni ma anche Boccioni, Balla, Carrà, Russolo e Severini, provenienti dalle Collezioni del Mart e da prestigiosi prestiti pubblici e privati. Il percorso espositivo diviso in sei sezioni cronologiche e tematiche vuole documentare la rivoluzione visiva attuata dagli artisti del XX secolo che partendo dalla lezione della nuova rappresentazione della luce tipica del divisionismo giungono all'estrema modernità dei temi raffigurati. La scomposizione della luce associata a quella della forma e a una vocazione alla rappresentazione del movimento e della velocità della vita moderna proiettano, infatti, l’arte italiana nel cuore del coevo dibattito artistico europeo. La città industriale in piena crescita, le periferie urbane in espansione, il dinamismo e il progresso sono infatti i temi che caratterizzano questa nuova ricerca. 
 
Da non perdere
Fra le opere del percorso espositivo segnaliamo “Notturno” di Gaetano Previati,  “Il pianeta Mercurio passa davanti al sole” di Giacomo Balla proveniente dal Centre Pompidou, “Costruzione spiralica” di Umberto Boccioni, “Profumo” di Luigi Russolo, “Le marchand d'oublies” di Gino Severini e “Ciò che mi ha detto il tram” di Carlo Carrà.
 
I pittori della luce. Dal divisionismo al futurismo
Dal 25 giugno al 9 ottobre 2016
Luogo: Mart, Rovereto (TN)
Info: 800 397760 
Sito: www.mart.trento.it
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Trentino - Alto Adige
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati