Cerca nel sito
Caravaggio, mostra, Napoli

Caravaggio Napoli al via

Capodimonte una mostra-evento ripercorre il periodo napoletano del celebre pittore

Caravaggio
© C. Lancien, C. Loisel /Réunion des Musées Métropolitains Rouen Normandie
Caravaggio – Flagellazione (Musée des Beaux-Arts, Rouen)
Ricostruisce l’attività di Caravaggio durante i diciotto mesi di permanenza a Napoli esaminando inoltre l’influenza dell'artista sulla pittura locale. E' la mostra Caravaggio Napoli che apre oggi i battenti al Museo di Capodimonte. Napoli rappresenta una tappa fondamentale per la vita e per le opere di Caravaggio. L’intensa resa della passione e dell’istinto nei dipinti più iconici realizzati dal maestro durante il periodo napoletano identifica lo stile e la personalità dell’artista lombardo. Caravaggio giunse a Napoli in due diversi momenti. Il primo soggiorno è databile tra l’ottobre del 1606 e giugno del 1607. In questi nove mesi furono realizzati capolavori straordinari come la “Flagellazione”. Dopo i suoi viaggi a Malta e in Sicilia, l’artista ritornò sucessivamente a Napoli, nell’autunno del 1609 e vi rimase fino all’estate successiva. Il 18 luglio del 1610 a Porto Ercole, durante il viaggio di ritorno a Roma, Caravaggio morì tragicamente.
 
PERCHE' ANDARE
 
Curata da Maria Cristina Terzaghi e Sylvain Bellenger la mostra presenta 27 opere di cui sei capolavori assoluti dell'artista dipinti a Napoli tra cui il “Martirio di Sant’Orsola” e il “San Giovanni Battista”. La mostra offre l'occasione unica e inedita di paragonare due pezzi fondamentali del catalogo caravaggesco. Si tratta della “Flagellazione” attualmente conservata a Rouen che mancava dalla città partenopea dal 1985 e dell’altra “Flagellazione” che l’artista realizzò per la chiesa di San Domenico Maggiore. Ricordiamo che a Napoli, Caravaggio inaugurò  un nuovo modo di dipingere, maggiormente tormentato e drammatico, cui non fu probabilmente estranea la particolare condizione psicologica di condannato a morte e ricercato, costantemente in fuga. Il dipinto raffigurante le “Sette opere di Misericordia”, conservato presso il Pio Monte della Misericordia, è riconosciuto tutt’oggi come una delle più significative rappresentazioni dei vicoli della città e dei suoi abitanti, e manifesta la potente e quasi antropologica connessione tra i dipinti di Caravaggio e la realtà napoletana.
 
DA NON PERDERE
 
Il percorso espositivo propone inoltre una documentazione visiva della precocissima e profonda ricezione dell’opera di Caravaggio da parte del tessuto culturale e artistico napoletano. Gli artisti attivi a Napoli come Louis Finson, Battistello Caracciolo, Carlo Sellitto, Filippo Vitale, Fabrizio Santafede e Giovanni Bernardino Azzolino registrarono infatti immediatamente la novità della pittura caravaggesca e ne produssero un’interpretazione personale, poetica e straordinariamente coinvolgente, spesso esportandola in Europa. 

Caravaggio Napoli
Dal 12 aprile al 14 luglio 2019
Luogo: Napoli, Museo e Real Bosco di Capodimonte
Info: 848 800 288
Sito: www.museocapodimonte.beniculturali.it
 
 
I PIU' BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Campania
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati