Cerca nel sito
De Pisis, Ferrara, Boldini, Mostra

Boldini e De Pisis al Castello Estense

Ferrara – Due percorsi monografici distinti esplorano le opere di due grandi artisti ferraresi, tra i protagonisti della scena internazionale tra Otto e Novecento

Ritratto di Allegro
Studioesseci
Filippo De Pisis - Ritratto di Allegro, 1940
Eleganti ritratti in stile Belle Epoque tra sale rinascimentali fastosamente decorate, camerini segreti che fanno da scrigno a paesaggi e nature morte pulsanti di emozioni. Sono queste le caratteristiche principali della mostra L’arte per l’arte. Il Castello Estense ospita Giovanni Boldini e Filippo de Pisis che a partire dal 31 gennaio, sarà visitabile al Castello Estense di Ferrara. Nel percorso espositivo confluiranno una serie di capolavori di Boldini e De Pisis selezionati dalle collezioni delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea di Palazzo Massari.

Perché andare
Curata da Maria Luisa Pacelli, Barbara Guidi e Chiara Vorrasi, l'esposizione intende riconsegnare al pubblico il patrimonio rimasto celato in seguito al terremoto del 2012 e sottolineare il rilievo della pittura moderna ferrarese attraverso due figure di statura internazionale. L’obiettivo degli organizzatori e degli enti curatori è quello di far vivere i musei nonostante la chiusura della sede che li accoglieva. Più che una mostra sarà, infatti, un allestimento semi-temporaneo che potrà essere visitato sino alla riapertura delle Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea a Palazzo Massari, ora in corso di restauro. Le sale fastosamente decorate dell’appartamento di rappresentanza al piano nobile del Castello Estense e i celebri “Camerini del Principe” saranno così la sede temporanea di due percorsi monografici che esplorano la parabola creativa di Boldini e De Pisis.

Da non perdere
Nel percorso monografico dedicato a Boldini si potranno ammirare le icone della sua ritrattistica come il “Ritratto del piccolo Subercaseaux”, “Fuoco d’artificio”, la “Passeggiata al Bois de Boulogne” o “La signora in rosa”. L’allestimento presenterà, inoltre una affascinante sequenza coi volti delle protagoniste della Belle Époque, da Madame Lydig alla Contessa de Leusse a Olivia de Subercaseaux Concha, e degli amici artisti, come Degas, Menzel e Whistler. Per quanto riguarda De Pisis, invece, ritroveremo le opere che sono entrate a far parte della raccolta ferrarese come “Natura morta col martin pescatore” dipinta a Ferrara prima del trasferimento nella capitale francese o “Le cipolle di Socrate”, seguiti poi dai capolavori del periodo parigino. Particolare attenzione meritano i penetranti effigi maschili come il “Ritratto di Allegro” ma anche “La rosa nella bottiglia” e “Natura morta con calamaio”.

Se sei a Ferrara, non dimenticare di assaggiare la coppia: il pane tipico della città

L’arte per l’arte. Il Castello Estense ospita Giovanni Boldini e Filippo de Pisis
Dal 31 gennaio 2015
Luogo: Castello Estense, Ferrara
Info:0532 299233
Sito: http://www.castelloestense.it/


*****AVVISO AI LETTORI******  
Segui le news di Turismo.it su Twitter e su Facebook 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati