Cerca nel sito
Da Kandinsky a Botero, mostra, Venezia

A Venezia i Maestri del Novecento in un filo

A Palazzo Zaguri in mostra circa 100 arazzi dei Maestri del Novecento

Wasilij Kandinskij 
Ufficio Stampa Palazzo Zaguri 
Wasilij Kandinskij - Giallo, rosso, blu (arazzo), 1925
Nonostante la fuoriuscita d'acqua dalla toilette di Palazzo Zaguri che negli scorsi giorni aveva allagato il secondo piano, inzuppando di acqua salata due opere di Mirò in fase di allestimento, la mostra “Da Kandinsky a Botero. Tutti in un filo” è ora aperta al pubblico. Si tratta di un evento di respiro internazionale che vede esposti per la prima volta al mondo nella città Venezia gli arazzi tratti dalle opere dei grandi maestri del '900 provenienti da una delle ultime arazzerie italiane, quella fondata nel 1960 da Ugo Scassa, il cui sogno, mai realizzato in vita, era proprio di esporre le proprie opere nella Serenissima.
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo curato da Donatella Avanzo mette in scena nei quattro piani del palazzo veneziano ben 100  arazzi per un valore complessivo di circa cinquanta milioni di euro. In mostra s'incontrano preziosi manufatti tratti dalle opere di Fernando Botero, De Chirico, Paul Klee, Henri Matisse, Joan Miró, Mirko Basaldella, Felice Casorati, Andy Warhol, Max Ernst, Renato Guttuso Wasilij Kandinskij, Corrado Cagli, Mario Sironi solo per citarne alcuni. Nel corso della visita è possibile ammirare anche l’arazzo tratto dall’opera di Botero, tre metri per due di fine intreccio a rappresentare la “Venere” in tutta la sua magnificenza, assolutamente in linea col suo personalissimo ductus pittorico. L'arazzo esce alla luce dopo anni di conservazione nel caveau dell’Arazzeria Scassa per essere esposta al pubblico per la prima volta al mondo. Realizzata con screziature tonali e luminose incredibili, l’opera raffigura perfettamente la pienezza fisica delle famosissime donne di Fernando Botero, l’artista secondo il quale, per sua stessa dichiarazione, l’abbondanza comunica positività, energia, vitalità. 
 
DA NON PERDERE
 
Le opere in mostra sono capaci di stupire e “catturare” chiunque, per la finezza dell’ordito, la maestria nel miscelarne i colori sulla tela, filo dopo filo, intreccio dopo intreccio, per dar vita a capolavori che hanno arredato i grandi saloni delle feste nella grande stagione delle turbonavi italiane, dalla Leonardo alla Michelangelo passando per la Raffaello. Il nucleo centrale della mostra  vede dialogare questi arazzi preziosi con opere d’arte contemporanea, testi, video, fotografie, reperti archeologici, telai, materie per la tessitura.
 
Da Kandinsky a Botero, tutti in un filo
Fino al 1° maggio 2019
Luogo: Palazzo Zaguri, Venezia
Info: palazzozaguri.it
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100