Cerca nel sito
Remo Remotti mostre a Roma 2016 Macro

A Roma retrospettiva per Remotti

Il Macro dedica a Remo Remotti una retrospettiva che si focalizza sulle carte, i disegni, i racconti a fumetti dell’artista scomparso nel 2015

Remo Remotti<br>
Zètema
Remo Remotti,immagine in mostra
Fino al 30 marzo 2016 è possibile visitare al MACRO la mostra Remotti Di Carta. L’esposizione a cura di Gianluca Marziani,è un viaggio tra le carte, i disegni, i racconti a fumetti e gli appunti figurativi dell’attore, artista visivo e scrittore Remo Remotti. Molto noto al pubblico per le sue performance poetiche e la sua attività di attore e paroliere militante, Remotti ha da sempre coltivato la sua attitudine plastica per l’arte visiva. Una passione a doppia marcia: da una parte lo scultore che manipolava materiali di scarto con la coscienza epocale del Pop; dall’altra l’autore che si rifugiava in uno spazio silenzioso e meditativo per dedicarsi al disegno su carta e ai suoi appunti figurativi.

Perché andare
Il percorso espositivo si concentra su tre cicli a fumetti che ricuciono il legame tra parola e immagine, pensiero militante e autobiografismo spontaneo. Un lungo racconto in cui confessione e rivelazione diventavano parti narrative di una felice qualità biografica. Tra ironia caustica e satira elegante, Remotti ci ha regalato un ritratto della società nel Dopoguerra, mescolando vizi pubblici e privati, sesso e società, politica e cultura. Nei fumetti l'artista ha scelto di non usare colori in quanto sperava che il fruitore colorasse le pagine con il giusto abito, scegliendo i propri pennarelli o matite, contribuendo così a vestire un’idea.

Da non perdere
Nel ciclo, “Viaggio In Peru”, influenzato probabilmente dalla sua permanenza pluriennale nel Paese, i fumetti aggiungono alle biografie esistenti evocazione e realismo magico, mescolando verità e finzione con sensibile mimetismo. Nel ciclo, “Remotti A Fumetti”, siamo in piena vertigine autobiografica, una lunga narrazione che ripercorre le tante vite e le altrettante anime dell’artista. Il ciclo “Manco Li Cani”, con i suoi cani umanizzati che parlano come vecchi trasteverini, è probabilmente il progetto più politico di Remotti, quello in cui il tono ideologico, l’antifascismo e la morale socialista trovavano un potente megafono allegorico.

Remotti di Carta
Fino al 30 marzo 2016
Luogo: Macro- Museo d'Arte Contemporanea Roma
Info: 060608
Sito: www.museomacro.org

CONSIGLI PER IL WEEKEND

I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati