Cerca nel sito
Gertsch, mostra, Lugano

A Lugano Gertsch a confronto con Gauguin e Munch

Al LAC in mostra Gertsch e i maestri assoluti dell’incisione tra '800 e '900

Edvard Munch 
Courtesy Galleri K, Oslo – Ph: Reto Rodolfo Pedrini
Edvard Munch - Chiaro di luna (Måneskinn I), 1896
Al Museo d’arte della Svizzera italiana 9 monumentali incisioni di Franz Gertsch sono messe in dialogo con una selezione di oltre 70 xilografie di Paul Gauguin e Edvard Munch. È la mostra Gertsch – Gauguin – Munch. Cut in Wood che ideata dallo stesso  Gertsch e co-curata da Tobia Bezzola, mette in evidenza le profonde affinità tra i tre artisti, a cominciare da una comune padronanza della tecnica xilografica. Gauguin incide, infatti, i blocchi di legno con qualsiasi strumento disponibile come sgorbie, coltelli, carta vetrata, punteruoli e li rielabora continuamente. Dal suo canto Munch scompone le matrici delle sue opere in vari pezzi utilizzando colori diversi per poi ricomporli come un puzzle e procedere con la stampa di un’immagine a più colori. Entrambi stravolgono i canoni dell’incisione su legno come Gertsch che incide sulla matrice una trama fittissima di punti che determina le zone luminose e la cui modulazione permette all’immagine di delinearsi.
 
PERCHE' ANDARE
 
Durante il percorso espositivo si prende coscienza di come  nelle opere di Gertsch, Gauguin e Munch si riscontra un intenso intreccio di malinconia ed eros, una visione mistica del paesaggio e della natura, intesa come fonte primordiale di ispirazione, così come un senso di solitudine ed estraneità degli artisti rispetto alla società. Per tutti e tre gli artisti l’opera incisa è da intendersi come in constante dialogo con l’opera pittorica. Nelle incisioni di Gauguin vengono immortalate quelle scene di vita quotidiana e figure femminili di Tahiti che contraddistinguono le sue tele più celebri. Sono caratterizzate da un aspetto decisamente più oscuro e misterioso, data la predominanza del nero e delle tonalità scure. Nelle xilografie di Munch è possibile riconoscere alcuni dei suoi dipinti più famosi come “Il bacio” o “Ragazze sul ponte”. Lo stesso vale per Gertsch che utilizza il medesimo archivio di immagini fotografiche come punto di partenza sia per i suoi dipinti che per le sue incisioni.
 
DA NON PERDERE
 
La mostra è accompagnata da un catalogo edito da Kehrer che contiene riproduzioni a colori di tutte le opere esposte, testi di Tobia Bezzola, Gerd Woll e una conversazione tra Franz Gertsch e Gerd Woll che esplora il rapporto dell’artista con la tecnica xilografica. 
 
Gertsch – Gauguin – Munch. Cut in Wood
Fino al 22 settembre 2019
Luogo: LAC Lugano Arte e Cultura
Info: +41 (0)91 815 7970
Sito: www.luganolac.ch
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione
  • Cotechino IGP, eccellenza deliziosa e versatile
    ©Citterio/Ufficio Stampa Encanto

    Cotechino IGP, eccellenza deliziosa e versatile

    Il tradizionale insaccato di Modena si rivela un ottimo ingrediente per la preparazione di numerose ricette originali
  • Napoli, tutta la magia del Natale
    Courtesy of©Photo Italia LLC/iStock

    Napoli, tutta la magia del Natale

    Il capoluogo campano è pronto a vestirsi a festa e invita gli innamorati a passeggiare, mano nella mano, alla scoperta delle tradizioni più autentiche
Seguici su:
Monumenti nelle vicinanze
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati