Cerca nel sito
Borzone, mostre Genova 2015 2016

A Genova una mostra per riscoprire Borzone

A Palazzo Nicolosio Lomellino si riscoprono le opere di Luciano Borzone che furono molto apprezzate nella Genova della prima metà del XVII secolo

Susanna e i Vecchioni<br>
Studio di Comunicazione Gardella
Luciano Borzone - Susanna e i Vecchioni, fine anni '20 del 1600
Venti tra i dipinti più significativi di Luciano Borzone sono esposti per la prima volta a Palazzo Nicolosio Lomellino, nella mostra “Luciano Borzone. Pittore vivacissimo nella Genova di primo Seicento”. Fino al 28 febbraio sarà possibile apprezzare una pregiata selezione di opere dell’artista genovese, spesso trascurato dal grande pubblico ma di indiscutibile valore pittorico. La sua ampia ed erudita cultura fu infatti motivo ispiratore di rare iconografie, non comunemente affrontate dalle arti visive. Grazie alla sua vivace personalità culturale, l’artista strinse forti relazioni con protagonisti di spicco del tempo e con committenti di assoluto primo piano, da Alberico Cybo Malaspina a Gio. Carlo Doria a Giacomo Lomellini. Per questo Luciano Borzone è autorevole testimone e attore della vita intellettuale della Genova di primo Seicento, nonché artista importante per lo sviluppo della scuola pittorica locale.

Perché andare
Curata da Anna Manzitti, la mostra si snoda lungo un percorso che partirà dall’evocazione del contesto locale e delle fonti figurative che agirono, fin da subito, sulla sensibilità del giovane artista, per proseguire poi nella presentazione di come operò Luciano Borzone sia sul versante sacro, sia su quello profano. Le opere, quasi tutte provenienti da collezioni private, diverranno viva testimonianza dell’umanizzazione del sacro con cui questo artista, profondo conoscitore dell’animo umano, ha dato prova di saper costruire le sue figure, e della sua fantasiosa vena profana, spesso non immediatamente decifrabile e per questo ancora più affascinante. L’inedito San Michele Arcangelo di Giulio Cesare Procaccini, accanto a un giovanile dipinto di Gioacchino Assereto che frequentò in giovane età la bottega di Luciano Borzone e una magnifica tela di Giovanni Battista Paggi appena restaurata, sono tra le opere che accoglieranno il pubblico, introducendo il contesto entro cui l’ispirazione borzonesca prese corpo.

Da non perdere
Tra le opere in mostra di Borzone merita particolare attenzione le affascinanti tele  la “Negazione di san Pietro” due diverse redazioni di “Susanna e i Vecchioni” e un potente “Sansone nel Tempio”. L’iniziativa si completerà di un interessante itinerario in città, utile a scoprire le opere che Borzone ha lasciato a Genova e in Liguria. La mostra, con il suo catalogo e gli eventi collaterali aggiungono un importante tassello alla conoscenza della pittura genovese di epoca barocca.

Luciano Borzone. Pittore vivacissimo nella Genova di primo Seicento
Fino al 28 febbraio 2016
Luogo: Palazzo Nicolosio Lomellino Di Strada Nuova, Genova
Info: 010/0983860
Sito: www.palazzolomellino.org

CONSIGLI PER IL WEEKEND

I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Liguria
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati