Cerca nel sito
Leopoldo De Medici, mostra, Firenze

A Firenze Leopoldo de' Medici collezionista

A Palazzo Pitti una mostra presenta al pubblico le collezioni del Cardinale de' Medici

Giusto Suttermans 
CIVITA
Giusto Suttermans - Leopoldo de’ Medici bambino a cavallo, 1624-1625 circa
In occasione del quarto centenario della nascita di Leopoldo de' Medici, le Gallerie degli Uffizi dedicano un’esposizione alla sua figura con lo scopo di presentare al pubblico esempi significativi del suo gusto nei diversi campi in cui esercitò la sua azione di conoscitore. Divenuto cardinale all’età di cinquant’anni, Leopoldo de’ Medici (Firenze, 1617 – 1675) spicca nel panorama del collezionismo europeo per la vastità dei suoi interessi e la varietà delle opere raccolte. Servendosi di abilissimi agenti e consiglieri come Ottavio Falconieri, Leonardo Agostini, Pietro da Cortona, Gian Lorenzo Bernini ed Ercole Ferrata radunò, nel corso della sua vita, esemplari eccellenti e raffinati nei più diversi ambiti: sculture antiche e moderne, monete, medaglie, cammei, dipinti, disegni e incisioni, avori, oggetti preziosi e in pietre dure, ritratti di piccolo e grande formato, libri, strumenti scientifici e rarità naturali.
 
PERCHE' ANDARE 
 
Curata da Valentina Conticelli, Riccardo Gennaioli e Maria Sframeli la, mostra, ospitata nelle prestigiose sale di rappresentanza del Tesoro dei Granduchi, vuole evocare lo sfarzo delle stanze del Cardinale dove i quadri di Tiziano, Pontormo, Botticelli, Parmigianino, Veronese, Bassano, Correggio si stagliavano sul fondo rosso delle pareti rivestite di taffetà nel fulgore delle loro cornici dorate, disegnate da artisti di chiara fama, quali Pietro da Cortona o Ciro Ferri. Ricordiamo infatti che una stanza intera dell'appartamento di Leopoldo era dedicata agli autoritratti dei pittori più famosi e che la sua imponente raccolta di disegni perseguita con l’aiuto dell’esperto Filippo Baldinucci, costituì il nucleo primigenio del Gabinetto Disegni e Stampe degli Uffizi. 
 
DA NON PERDERE
 
Presenti in mostra numerose pitture sculture e miniature che raffigurano Leopoldo nel trascorrere del tempo, dal poco noto quadro del castello di Konopišt? di Giusto Suttermans, che lo mostra bambino, vestito alla polacca a cavallo di un destriero parato a festa, alle immagini di pittura e scultura che lo ritraggono nella sua nuova veste cardinalizia. Particolare interesse merita l'opera “Autoritratto nello studio”  di Michelangelo Cerquozzi, pittore romano del 600 barocco, acquistato all'asta lo scorso 28 settembre dal più importante museo fiorentino per 32mila euro.
 
Leopoldo de' Medici principe dei collezionisti
Dal 7 novembre al 28 gennaio 2018
Luogo: Tesoro dei granduchi, Palazzo Pitti, Firenze
Info: 055 294883
Sito: www.uffizi.it/palazzo-pitti
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Toscana
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati