Cerca nel sito
De Pisis, mostra, Ferrara

A Ferrara la poesia dell’attimo di De Pisis

Al Padiglione d’Arte Contemporanea si ripercorre la parabola creativa dell’artista

Filippo de Pisis 
StudioEsseci
Filippo de Pisis - Natura morta col martin pescatore, 1925
Sarà da oggi riproposta negli spazi del Padiglione d’Arte Contemporanea di Ferrara la Collezione di opere di De Pisis conservata a Palazzo Massari attualmente in via di riqualificazione architettonica. La rassegna DE PISIS. La poesia dell’attimo intende infatti restituire alla fruizione del pubblico un ricco corpus di opere del Museo d’Arte Moderna e Contemporanea “Filippo de Pisis”, per ripercorrere le fasi salienti della parabola creativa dell’artista.
 
PERCHE' ANDARE
 
Nel percorso cronologico si intersecano due sezioni tematiche. La prima ruota attorno alla bellezza efebica, tema incessantemente trasposto con matite o pennelli sui fogli di un ricchissimo “diario per immagini”. Nell’altra è invece proposto un inedito dialogo tra alcune bellissime nature morte di De Pisis e quelle, rare, realizzate da Giovanni Boldini: un simbolico passaggio di testimone tra due generazioni e tra due visioni lontane del fare pittura. Fra le opere in mostra segnaliamo la “Natura morta con il martin pescatore”, dove è mirabilmente raffigurato il tema pascoliano del ricordo ma anche le “nature morte marine”, realizzate tra il 1927 e il 1932, in cui il poeta-pittore riconsidera il personale rapporto con la metafisica di De Chirico, conosciuto a Ferrara nel 1915. Presenti anche le suggestioni figurative catturate tra gli angoli della metropoli francese come “La Coupole” o nature morte di originale concezione  come “I pesci marci”. Non mancono il  Gladiolo fulminato e  La lepre dal toccante lirismo ma anche “La rosa nella bottiglia” e “Le pere” risalenti al ricovero nella clinica di Villa Fiorita.
 
DA NON PERDERE
 
La mostra è arricchita, da una selezione di lettere, cartoline e testi autografi che dagli anni Venti ai Cinquanta De Pisis invia a un amico fraterno, lo scrittore e critico bolognese Giuseppe Raimondi, il cui Archivio è patrimonio dell’Ateneo di Bologna. Una documentazione privata e affascinante, che offre un contesto inedito alla ricostruzione cronologica della carriera del pittore.
 
DE PISIS. La poesia dell’attimo
Dal 22 dicembre al 2 Giugno 2019
Luogo: Ferrara, Padiglione d’Arte Contemporanea
Info: 0532 244949 
Sito: www.palazzodiamanti.it
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Emilia Romagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100