Cerca nel sito
Futurismo, mostra, Domodossola

A Domodossola si viaggia nel Futurismo

A Palazzo San Francesco 70 opere raccontano il Futurismo da Balla a Depero

Pippo Rizzo
Courtesy Archivio Pippo Rizzo
Pippo Rizzo - Treno notturno in corsa, 1926
La stagione espositiva di  Palazzo San Francesco a Domodossola prosegue con una grande mostra dedicata al Futurismo. Si tratta di BALLA | BOCCIONI | DEPERO. Costruire lo Spazio del Futuro una rassegna ideata e curata da Antonio D’Amico, con l’intento di realizzare un evento che racconti l’espressione della modernità di Domodossola, a inizio secolo, in cui si fondono tre elementi, l’uomo, lo spazio e la velocità. L'iniziativa racconta un incalzante percorso che si sviluppa con lo strumento della tecnologia e con la grandezza di un pensiero proiettato nel futuro. La mostra presenta oltre 70 opere che propongono una visione coinvolgente dall’ultimo decennio dell’Ottocento fino al 1960, dalla stagione prefuturista all’aeropittura, attraversando gli anni tra le due guerre mondiali.
 
PERCHE' ANDARE
 
Il percorso espositivo pone l'accento su come velocità, movimento e volo diventino il fulcro di un linguaggio rivoluzionario che impregna di sé la nuova “cultura figurativa europea”. Articolata in tre sezioni la mostra si apre con un affondo sulla visione placida e silente del paesaggio d’inizio secolo e sulla contemplazione dell’uomo in rapporto con la natura. Protagoniste sono le opere di Balla e Boccioni, realizzate nella fase divisionista e prefuturista, e di Depero in dialogo con due mannequin in legno con costumi della Val D’Ossola realizzati nel corso del Settecento e restaurati in occasione di questa mostra. Proseguendo nel percorso prende poi forma il concetto di movimento e velocità nelle sorprendenti opere di Balla, Dudreville, Dottori e Pippo Rizzo, del quale si potrà vedere il “Treno notturno in velocità”. La percezione del movimento e della velocità, esaltata tra l’altro nello straordinario “Colpo di fucile domenicale” di Balla, che arriva a Domodossola dalla collezione della Banca d’Italia, culmina nel volo, tema che traina la mostra verso l’ultima stagione del futurismo post bellico, con opere di Balla, Crali, Tato, Cambellotti, Dottori, Monachesi.
 
DA NON PERDERE
 
In mostra sospeso nel soffitto di Palazzo San Francesco, sarà possibile ammirare l’aeroplano di Geo Chávez, aviatore peruviano che per primo portò a termine l’impresa di trasvolare le Alpi.  L'areoplano, infatti, custodisce la sensibilità che emana dall’intera mostra. L’uomo alato, come lo definì Giovanni Pascoli, vola sui cieli del Sempione nel 1910 per annunciare l’emancipazione dal limite dello spazio e del tempo, proprio come un perfetto futurista, compiendo un gesto totalizzante, a costo della sua stessa vita. 
 
BALLA | BOCCIONI | DEPERO COSTRUIRE LO SPAZIO DEL FUTURO
Fino al 3 novembre 2019
Luogo: Domodossola (VB), Musei Civici di Palazzo San Francesco 
Info: 3385029591 | cultura@comune.domodossola.vb.it
 
 
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Piemonte
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100