Cerca nel sito
Malevic, mostra, Bergamo

A Bergamo Kazimir Malevi? e il Suprematismo

Al via presso la GAMeC la retrospettiva dedicata al grande maestro russo. In mostra 70 opere, provenienti dal Museo di San Pietroburgo

Composizione con la gioconda<br>
CLP
Kazimir Malevi? - Composizione con La Gioconda, 1914
Apre al pubblico oggi 2 ottobre presso la GAMeC - Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea di Bergamo, la retrospettiva dedicata a Kazimir Malevi? (Kiev, 1878 – Leningrado/San Pietroburgo, 1935), figura centrale e insostituibile dell'arte moderna, che ha attraversato uno dei periodi storico-artistici più intensi del Novecento. L’iniziativa si tiene a cento anni dalla nascita del Suprematismo, la più radicale tra le avanguardie storiche del Novecento di cui Malevi? è stato fondatore, leader, e maggiore interprete. Nel manifesto scritto nel 1915 assieme al poeta Majakovskij, Malevi? sosteneva, infatti, che l'arte dovesse rifiutare la realtà materiale a beneficio di una pura sensibilità plastica, dando vita così all’egemonia della tradizione dell’arte astratta, ancor oggi determinante.

Perché andare
Curata da Eugenia Petrova - vice direttore del Museo di Stato Russo di San Pietroburgo, e Giacinto Di Pietrantonio - direttore della GAMeC di Bergamo, la mostra, unica nel suo genere per completezza e per l’accurata indagine storico-critica, accoglie circa 70 opere di Malevi? accanto a un nutrito corpus di lavori di importanti esponenti russi, appartenenti ai movimenti artistici di inizio Novecento come Natalja Goncarova, Ljubov Popova, Olga Rozanova, Ivan Puni. Accanto alle opere pittoriche di Malevi? sono presentati anche esempi della sua produzione legata al design e all’architettura, a testimonianza dell’idea d’arte totale d’avanguardia volta a eliminare i confini tra arte e vita.

Da non perdere
Il percorso espositivo si apre con il periodo simbolista di Malevi?, dai dipinti raffiguranti paesaggi con filari di alberi del 1906, al famoso autoritratto con fiocco rosso del 1907 per poi passare alla produzione dei primi anni dieci con celebri opere come Mucca e violino (1913), Ritratto perfetto di Ivan Kljun (1913), Composizione con La Gioconda (1914). Nella sezione dedicata al Suprematismo si possono invece ammirare capolavori come Quadrato Rosso (1915) Suprematismo (1915-1916), il Quadrato nero e Cerchio nero e Croce nera (1923). Le opere suprematiste, pur costituendo il nucleo centrale della mostra, non esauriscono l’indagine sull’evoluzione artistica di Malevi?, che giunge fino al 1934, un anno prima della sua morte. Il percorso espositivo prosegue, infatti, investigando altri due periodi, in cui è possibile ravvisare la progressiva stalinizzazione della Russia che sottopose a censura artisti e intellettuali e che li spinse ad abbracciare i dettami del realismo socialista.

MALEVI?
Fino al 17 gennaio 2016
GAMeC – Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea, Bergamo
Info: 035 270272
Sito:  www.mostramalevic.it

CONSIGLI PER IL WEEKEND

I PIU’ BEI MONUMENTI ITALIANI DA VISITARE
Saperne di più su LA MOSTRA DEL GIORNO
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati