Cerca nel sito
Venezia vecchia scoperta San Marco

Venezia è più vecchia di quanto pensiamo

La città lagunare potrebbe avere 200 anni di più: ce lo raccontano due noccioli di pesca

Venezia
istockphotos
Basilica di San Marco
PERCHE’ SE NE PARLA
L’origine di Venezia è stata indagata per secoli. Documenti storici si fondono con leggende, e collocano i primi insediamenti in diverse zone ed epoche. Una scoperta fatta da un team di studiosi americani, pubblicata sulla rivista accademica Antiquity, avrebbe collocato la fondazione della città lagunare, o perlomeno la prima traccia di presenza umana sul suo territorio, circa 200 anni prima di quanto finora stimato. Un dato importante, ricavato da due noccioli di pesca: sì, sotto la pavimentazione della Basilica di San Marco sono stati rinvenuti i due resti di frutta. I quali, per la loro conformazione, hanno permesso una datazione piuttosto precisa, tra il 650 e il 770 d.C.. L’anno e la locazione dei due reperti permettono di gettare nuova luce sulla fondazione di Venezia e sul suo sviluppo così singolare.
 
PERCHE’ ANDARE
Non c’è bisogno di molti giri di parole per affermare che Venezia va vista almeno una volta nella vita. Una città unica al mondo, dove terra e acqua sembrano non avere confini, in cui ogni palazzo è un gioiello, l’arte trabocca da ogni chiesa e dimora antica, i musei sono ricchissimi, la cucina è eccezionale, la storia è fittissima e le tradizioni sono curiose, gli scorci talmente pittoreschi da mettere i brividi. 
 
DA NON PERDERE
Difficile visitare tutto ciò che merita di essere visto in pochi giorni. Ma certamente sono imperdibili una visita alla sopra-citata Basilica di San Marco, capolavoro romanico-bizantino e gotico-veneziano. E l’attiguo Palazzo Ducale, un tempo dimora del Doge, dove troneggiano opere d’arte di inestimabile valore e da cui è possibile scendere nei meandri delle famigerate prigioni. 
 
PERCHE’ NON ANDARE
E’ la città italiana con più alto flusso turistico dopo Roma e Milano, che, tuttavia, vantano un’estensione assai più notevole. A Venezia la concentrazione di turisti (e servizi a loro dedicati) è altissima, tanto che il numero di visitatori sta creando seri danni ai cittadini e alla città. Venezia non è turistica, è letteralmente soffocata dal turismo
 
COSA NON COMPRARE
I souvenir di Venezia si sprecano. Le maschere carnevalesche sono letteralmente ovunque e di qualunque dimensione: abbiate l’oculatezza di acquistarle da negozi di artigianato locale. Costeranno di più delle repliche Made in China, ma avranno un valore e una qualità ben più alti. E attenzione ad ordinare qualsiasi bevanda o alimento senza prima aver verificato il costo: le sorprese non mancano in una delle città più care (e turistiche) d’Italia. 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati