Cerca nel sito
Torino Museo Fiat Piemonte Mole Antonelliana

Torino: tutti pazzi per la Fiat

LUOGO DEL GIORNO - L'ex capitale italiana, in bilico tra antico e moderno, è di base una delle più belle città italiane. E, nel periodo natalizio, lo è ancora di più.

Torino
PERCHE’ SE NE PARLA In soli sei mesi ha ricevuto più 'mi piace' della Galleria degli Uffizi e dei Musei Vaticani messi insieme: il Centro Storico Fiat, a Torino, è il museo italiano più popolare su Facebook. Espone automobili, aeroplani, treni, trattori, camion, biciclette, lavatrici e frigoriferi con marchio Fiat. Nella parte archivistica sono conservati più di 6 mila metri lineari di documenti cartacei, 400 mila disegni tecnici, 5 mila tra volumi e riviste di automobilismo e storia industriale, 6 milioni di immagini, 500 ore di filmati storici.  E tanto altro ancora.

PERCHE’ ANDARCI Torino è una città di arte, di cultura, di storia. Una delle principali in Italia, qui potrete trascorrere un piacevolissimo weekend tra attrazioni famose in tutta Europa. Inoltre, in questi giorni, l’ex capitale risplende con le luci d'artista, tradizionale appuntamento natalizio. Diciassette opere già conosciute, due nuove installazioni e due performance per la sedicesima edizione di questo evento coloratissimo.

DA NON PERDERE Palazzo Madama, situato nel vero centro sociale e geografico della città, risale addirittura, almeno in parte, all'epoca romana: patrimonio mondiale dell'umanità UNESCO, si trova nella centrale piazza Castello, e qui ha sede il Museo Civico d'Arte Antica di Torino.A pochi chilometri da Torino: I TESORI DELLA VAL DI SUSA: LE FOTO

PERCHE’ NON ANDARCI Se proprio vogliamo mettere i puntini sulle “i”, un motivo per non visitare Torino c’è. Il 'The Economist', tenendo conto della qualità dell'aria e della quantità di polveri sottili, stila la classifica delle città più inquinate: Torino è ottava nel mondo e prima in Europa. Ma, diciamocelo, per un weekend la ragione non è sufficientemente valida.

COSA NON COMPRARE Tanti i soprammobili raffiguranti la Mole, ancora di più le calamite per il frigo. Il consiglio è semplice: cioccolatini locali e vino per un “ricordino” che soddisfi tutti i sensi.

TORINO: DAL BICERIN AL GIANDUIOTTO

Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100