Cerca nel sito
Israele vegani ristoranti vegetariani a Tel Aviv

Tel Aviv, la capitale mondiale del veganesimo

Qui c'è la più alta percentuale di vegani al mondo, addirittura il 5 % della popolazione. I luoghi e i ristoranti da non perdere

Tel Aviv
Courtesy of © iStock
Tel Aviv
PERCHE' SE NE PARLA Tel Aviv è la capitale mondiale del veganesimo, la città con la più alta percentuale di vegani al mondo, addirittura il 5 % della popolazione. Secondo lo Chef Harel Zakaim: “In Israele, ci sono molti vegani e quando il ristorante ha aperto ce ne erano 20.000 solo a Tel Aviv. 3 anni dopo l’apertura del ristorante vegano, ce ne sono 40 000”. “Questo è il paese più vegetariano del mondo”, aggiunge Omri Paz, organizzatore del festival “Vegan Fest”.
 
PERCHE' ANDARCI Tel Aviv è famosa in tutto il mondo per essere “la città che non si ferma mai”, prima città ebraica moderna costruita in Israele, nonché centro dell’economia e della cultura nazionale. Estesa per 14 km lungo il Mediterraneo, la sua architettura ha subito l’influenza di numerose correnti, tra cui la famosa scuola tedesca Bauhaus, che si é concentrata nelle attuali aree di Rothschild Boulevard e Dizengoff Center. Oltre 20 i musei presenti: i principali sono il Museo della Terra di Israele (Ha’aretz) e il museo d’Arte di Tel Aviv. Da visitare anche l' HaYarkon Park, il suo porto e la New Promenade, dove ogni giorno centinaia di persone si tengono in forma.
 
DA NON PERDERE Shakshukia (Ben Yehuda St 94), Falafel Hakosem (Shlomo ha-Melekh St 1), Frishman Falafel & Frishman Sabich (Frishman St 42), Mashya (Yafo) e Falafel Gabay (Dizengoff St 269): questi i ristoranti preferiti in città, dove si sposano cultura vegetariana e tradizione.  Da non perdere il Bar Kayma, Hamashbir 22, e il Buddha Burgers, in Yehuda Halevi 21.
 
PERCHE’ NON ANDARCI La situazione di sicurezza in Israele è in costante evoluzione e fa registrare  tensioni da diversi mesi. Permangono rischi potenziali  nelle aree e nelle immediate vicinanze di Libano e Siria, incluso il Golan.  Si raccomanda di limitare allo stretto necessario anche i viaggi nelle aree desertiche confinanti con il Sinai.
 
COSA NON COMPRARE Candelabri ebraici in tutte le dimensioni e colori, stelle di David e copricapo tradizionali: qui è la religione a farla da padrona. Poi tanti braccialetti e ciondoli, tazze e spezie. Tra le cose più brutte che potrete trovare, un grembiule da cucina con le principali attrazioni turistiche. Tremendo.
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Israele
  • Viaggio virtuale fra i musei d'Israele
    ©Noam Chen

    Viaggio virtuale fra i musei d'Israele

    Il meglio di Israele è alla portata di tutti con un tour digitale che mette a disposizione un incredibile patrimonio artistico, storico e culturale
  • Acri, scoperti tunnel usati dai Templari
    iStock

    Acri, scoperti tunnel usati dai Templari

    La città israeliana fu a lungo considerata la Chiave della Palestina per la sua posizione dominante sul litorale: la sua parte antica è Patrimonio dell’Umanità
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati