Cerca nel sito
Lago di Costanza pietre archeologia

Svizzera, in fondo al lago delle strane pietre

Sul fondale del Lago di Costanza giacciono delle grosse pietre divenute un grattacapo archeologico

Sponda svizzera del Lago di Costanza 
istockphotos
Lago di Costanza
PERCHÉ SE NE PARLA
Scoperte nel 2015, un gruppo di pietre sul fondale del Lago di Costanza, nel lato svizzero, sono diventate un bel grattacapo per gli studiosi. Perché è evidente che quelle che giacciono a 3-5 metri di profondità nel grande lago non sono ‘pietre’ qualsiasi, ma reperti archeologici di notevole importanza. Dopo 4 anni di studi i ricercatori sono giunti alla conclusione che si tratta di pietre usate 5.500 anni fa per erigere delle costruzioni lacustri. La loro disposizione regolare e la vicinanza alla riva ha indotto infatti a pensare ad un loro utilizzo funzionale.
 
PERCHÉ ANDARE
La scoperta è avvenuta sulla riva del lago sulla quale si affacciano Romanshorn e Bottighofen, due città del Canton Turgovia. Ma più delle cittadine in sé, che sono deliziose località lacustri, è tutto il Lago di Costanza a meritare, assolutamente, una visita. Nella stagione autunnale poi, il panorama dell’ampio lago, che in lingua tedesca è chiamato Bodensee (lago di Boden), dà il meglio di sé. Diviso tra Svizzera, Germania e Austria, è un bacino molto grande, di circa 55 chilometri quadrati, che si può attraversare in battello per godere di deliziose crociere lacustri. La città di Costanza, che dà il nome al lago, è un vero gioiello architettonico di impianto medievale (si trova in Germania, al confine con la Svizzera).
 
DA NON PERDERE
La sponda svizzera del Lago di Costanza vanta un lungo percorso tra accoglienti località litoranee e graziosi villaggi di pescatori. La zona si caratterizza per le dolci colline che formano un panorama rurale decisamente pittoresco, tra vigneti e frutteti. Imperdibile la città di San Gallo, la cui omonima Abbazia è stata dichiarata Patrimonio Unesco, e l’intero centro storico è un gioiello di architettura tradizionale. 
 
PERCHÉ NON ANDARE 
Qualcuno l’ha battezzata la ‘Stonhenge svizzera’, ma ci vuole un bel po’ di fantasia per paragonare quello che sta sul fondo del Lago di Costanza alla meraviglia megalitica britannica. Non basta un soprannome evocativo per rendere questo luogo appetibile, specialmente considerando che l’immersione subacquea è l’unico modo di visitare il sito, e che, ad un occhio inesperto, non apparirà niente più che un mucchio di pietre sparse.
 
COSA NON COMPRARE
Ebbene sì, il mondo dei souvenir dal Lago di Costanza abbraccia pienamente la corrente delle ‘palle con le neve’ e delle calamite. Non abbiamo dubbi che possiate trovare modi migliori di spendere il vostro denaro. 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Svizzera
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati