Cerca nel sito
Spagna Medida scoperta archeologia

Spagna, il mistero della fabbrica "sacrificata" per i dei

Quest'antica fabbrica tessile, nello storico sito di Casas del Turuñuelo, venne incendiata nel V secolo a.C. come parte di un misterioso rituale

castello di Medellin, Spagna
©iStock
castello di Medellin, Spagna
PERCHE' SE NE PARLA
Scoperti nella Spagna sudoccidentale i resti della più antica fabbrica tessile iberica, che andò bruciata circa 2.500 anni fa. Forse per fare un ancora poco chiaro sacrificio ai dei. Sarebbe questa l'ipotesi dei ricercatori dell'Università di Cambridge e dell'Istituto di archeologia di Merida. Quest'antica fabbrica tessile, nello storico sito di Casas del Turuñuelo, venne incendiata nel V secolo a.C. come parte di un misterioso rituale. A cui seguì, poi, il massacro di vari animali, tra cui 52 cavalli, 4 maiali e 4 mucche. Eppure, nonostante la mole di questo incendio, sono stati trovati anche tessuti preziosi, realizzati con numerosi e sottilissimi fili. 

PERCHE’ ANDARCI 
I lavori di scavo effettuati nella valle della Guadiana dall'Istituto di Archeologia di Mérida hanno permesso di scoprire l'esistenza di una dozzina di siti archeologici tartessiani. Ma solo tre di questi sono stati al momento scavati: Cancho Roano, La Mata ed El Turuñuelo. Quest'ultimo, noto anche come Turuñuelo de Guareña o Casas del Turuñuelo, è un sito archeologico della Tartessa risalente al V secolo a.C., appartenente al comune di Guareña. A circa 3 km di distanza da questo si trova anche la necropoli tartessiana di Medellín.

DA NON PERDERE 
Il castello di Medellin, che copre un arco temporale tra il X e il XVI secolo, fu costruito su una precedente fortezza del X secolo, distrutta nel XIV secolo da Pietro I il Crudele. E poi riedificata dall’infante don Sancho di Castiglia. Presenta una doppia cinta muraria munita di numerosi cubi e torrioni di rinforzo. Al suo interno è presente una cisterna risalente al XII secolo. 

PERCHE' NON ANDARCI 
In questa zona della Spagna non c'è tantissimo da fare, per il classico turista italiano. Ma si trova comunque a metà strada, all'incirca, tra Madrid e Siviglia. Magari, durante un tour in auto, potreste farci un pensierino...

COSA NON COMPRARE 
Giacche e guanti in pelle, borse per donne, piatti in ceramica e statuette in porcellana: mercato di gadget variegato e ricco nelle principali città spagnole. Ma se volete qualcosa in tema calcio, tantissime le sciarpe, magliette e portachiavi con i colori e i numeri delle grandi squadre. Solo per gli sportivi più sfegatatati.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Spagna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100