Cerca nel sito
Singapore città più costosa del mondo

Singapore, ancora una volta la più cara

La metropoli asiatica è di nuovo al primo posto tra le città più costose del mondo. Ma non tutti sono d’accordo

Gardens by the bay
istockphotos
Panorama di Singapore con i Gardens by the Bay in primo piano
PERCHE’ SE NE PARLA
Per il quarto anno consecutivo Singapore guadagna la prima posizione nella classifica dell’Economist Intelligence Unit sul costo della vita nel mondo. La città-stato asiatica detiene saldamente lo scettro di posto più costoso in cui vivere, ma non tutti sono d’accordo, come sottolinea un articolo della BBC. La lista viene infatti stilata supponendo standard di vita piuttosto elevati, in pratica prendendo come ad esempio un expat (espatriato) che lavora in quella città per qualche azienda di business e finanza straniera. Insomma, se si prende a modello una persona che vive in un attico, acquista un’automobile, mangia al ristorante rinomato e fa shopping nelle boutique, allora sì, Singapore è sicuramente carissima. Ma se ci si basa sullo stipendio medio di un residente, sul costo di case popolari, sullo street food, e sull’utilizzo dei mezzi pubblici, replicano diverse fonti, ci sono metropoli molto, molto più costose.
 
PERCHE’ ANDARE
Singapore è una città curiosa e vivace. Un gemma di ecosostenibilità. Modernissima e allo stesso tempo capace di conservare l’eredità storica che l’ha plasmata nei secoli. Crocevia di culture, è una città ordinata e allo stesso tempo brulicante, vivace e contemporaneamente composta, divertente e proiettata nel futuro. E la cucina vale da sola il motivo del viaggio: qui si incontrano la gastronomia cinese, malese, indiana, e l’autoctona tradizione Perankan. Dai ristoranti stellati alle bancherelle dei mercati, il cibo è un grande protagonista della vita di Singapore. Nel tempo libero si mangia, e possibilmente nei grandi hawker markets. Qui esiste addirittura una bancherella di noodles con una stella Michelin. E i costi del cibo di strada sono davvero irrisori. 
 
DA NON PERDERE
Passeggiare per i quartieri antichi è un meraviglioso salto in un tempo affascinante in cui Singapore era lo snodo principale delle rotte commerciali tra il sud-est asiatico e l’India, tra l’oriente e l’occidente, tra le isole e la terraferma. In particolare, perdersi tra i vicoli di Chinatown è un’esperienza davvero pittoresca. Assolutamente imperdibili i Gardens by the Bay, strepitosa location dove immergersi nella lussureggiante vegetazione equatoriale, in un contesto curatissimo e arricchito da installazioni architettoniche che lasciano a bocca aperta.
 
PERCHE’ NON ANDARE
Come suggerisce l’inizio di questo articolo, se siete al risparmio potrebbe non essere la meta giusta. Certo, con un po’ di attenzione si può risparmiare molto, ma i mezzi di trasporto e gli alberghi per un portafoglio italiano medio rimangono alti. Inoltre, se soffrite il caldo umido questa è metropoli forse non fa per voi. 
 
COSA NON COMPRARE
La ricchezza dell’artigianato locale è incredibile. Ma per lo stesso motivo è facile incappare nelle chincaglierie dozzinali e industriali, specialmente tra i negozietti di Chinatown.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati