Cerca nel sito
Serbia Belgrado Centenario Prima Guerra Mondiale Kosovo

Serbia, centenario bellico

Era il 28 luglio 1914 quando ci fu la dichiarazione di guerra dell'Impero austro-ungarico al Regno di Serbia 

Belgrado, serbia
Courtesy of @turizmobaze.lt
Belgrado
PERCHE’ SE NE PARLA Tutto nacque da qui. Sono trascorsi cento anni dall'inizio di quel conflitto che sconvolse il mondo e cambiò radicalmente la storia. Era il 28 luglio 1914 quando ci fu la dichiarazione di guerra dell'Impero austro-ungarico al Regno di Serbia in seguito all'assassinio dell'arciduca Francesco Ferdinando d'Asburgo-Este. La guerra si concluse l'11 novembre 1918. Nonostante il nostro Paese sia entrato in guerra nel 1915, anche l’Italia ha fatto partire le attività  di commemorazione. Ad occuparsene è la Struttura di missione per gli anniversari di interesse nazionale che fa capo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Tanti sono gli appuntamenti nel programma di governo per il Centenario, tra iniziative culturali e attività didattiche. Previsti anche numerosi interventi infrastrutturali di restauro e valorizzazione di monumenti e luoghi, teatro di eventi sia civili che militari. Il principio ispiratore del progetto nazionale è il recupero della memoria storica con l'intento di dare vita, nel 2018, a una sorta di ‘portale dei portali’ che ne preservi la il ricordo.
 
PERCHE’ ANDARCI Un’avventura nella natura incontaminata, un viaggio alla scoperta delle molteplici ricchezze culturali che in queste terre si sono avvicendate, le piacevoli serate per locali  e ritrovi notturni, i celebri festival, dall’Exit a Gu?a, o a tavola con forchette e coltelli e ammirando il bel Danubio Blu. Sono tanti i motivi per cui occorrerebbe visitare la Serbia. Più di quanti si potrebbero qui elencare.
 
DA NON PERDERE La grande fortezza immersa nel parco Kalemeg- dan, dalla quale si può godere di una vista romantica la dove il fiume Sava sfocia nel Danubio, è la più celebre immagine della capitale, la cartolina di  Belgrado. La città ha molteplici anime: il suo spirito artistico lo si scopre a Kosan?i?ev Venac, tra le gallerie d’arte e i musei; nelle osterie di Skadarlija e nei suoi circa 500 locali. Ad Ada Ciganlija, una delle isole cittadine  più belle del mondo si vive lo spirito sportivo della città mentre a Novi Beograd dove si trovano i grandi shopping centre, l’anima commerciale. 
 
PERCHE’ NON ANDARCI Nei principali centri urbani si registrano con crescente frequenza casi di microcriminalità e furti di auto. Si, inoltre, raccomanda di adottare cautela in alcune zone della Serbia meridionale e in Sangiaccato. E di evitare viaggi non necessari nelle aree di Presevo, di Bujanovac e di Medvedja a maggioranza albanese, anche in considerazione delle tensioni legate all’indipendenza del Kosovo.
 
COSA NON COMPRARE In tanti decidono di comprare le famose scarpe a punta della Serbia, per un regalo davvero semplice. Il difficile è trovare una serata adatta per indossarle. 
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Albania
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
I più visti
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati