Cerca nel sito
Selinunte Sicilia resti archeologia

Selinunte, scoperto uno strato di città sepolto 

Le nuove tecnologie hanno evidenziato una parte di città sepolta 

Tempio greco
istockphotos
Selinunte
PERCHE’ SE NE PARLA
Quello di Selinunte è già uno dei parchi archeologici più interessanti e affascinanti della Sicilia, se non dell’Italia intera. Ma l’antica colonia greca, una vera metropoli per l’epoca, ha appena svelato una parte di sé fino ad oggi celata. Sepolta, per la precisione. Ma le nuove tecnologie, videocamere ad altissima sensibilità termica collegate a droni, hanno permesso di fare una ‘radiografia’ al terreno scoprendo resti di strutture risalenti ad almeno 2700 anni fa. Si tratta di resti di templi, case, infrastrutture come i sistemi di scolo delle acque, oltre a cisterne sotterranee. Un’enorme scoperta che permette di far luce sull’antica città e di capire dove scavare in maniera più mirata, per conoscere meglio i primissimi insediamenti, ancora poco noti.
 
PERCHE’ ANDARE
Quello di Selinunte è il parco archeologico più grande d’Europa. La sua acropoli vanta diversi templi, resti di costruzioni e strade, che si stagliano contro un paesaggi squisitamente siculo: il mare azzurro da una parte, l’entroterra brullo con i fichi d’India dall’altra. Un luogo dal fascino estremo, che arricchisce gli occhi degli amanti del paesaggio oltre che gli appassionati di storia classica. Un viaggio tra storia, mito, natura, arte.
 
DA NON PERDERE
Dopo aver esplorato l’antica Selinunte, la sua acropoli e le sue necropoli, vale la pena recarsi al Museo comunale di Castelvetrano per ammirare l’Efebo di Bronzo, reperto artistico unico nel suo genere. Numerosi altri reperti artistici e manufatti di Selinunte si trovano invece presso il Museo archeologico di Palermo. 
 
PERCHE’ NON ANDARE
Difficile trovare una ragione per non andare a visitare Selinunte se ci si trova in Sicilia. Forse la valle dei Tempi di Agrigento è più maestosa. E non sono pochi i turisti che lamentano una scarsa gestione del luogo, tra erbacce e cartacce, poco regolamentato nell’accessibilità.
 
COSA NON COMPRARE
L’artigianato siciliano è ricco, evitate di comprare statuette greche Made in China.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Sicilia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100