Cerca nel sito
Tavolara Sardegna Etruschi

Sardegna, gli Etruschi abitarono anche qui

Una scoperta riscrive la storia dell’isola. A Tavolara, tracce di insediamenti etruschi

Isola di Tavolara
istockphotos
Tavolara
PERCHE’ SE NE PARLA
Gli Etruschi vissero anche in Sardegna: è questa la nuova, strabiliante scoperta che un team di archeologi ha reso nota. Già si sapeva che le antiche popolazioni nuragiche avevano contatti con la civiltà Villanoviana, ovvero la prima società etrusca, risalente all’età del ferro. Ma solo oggi sono stati ritrovate tracce di un vero e proprio insediamento dei ‘primordiali’ etruschi sull’isola, in particolare sull’isolotto di Tavolara, nel golfo di Olbia. Scoperta che ha lasciato gli archeologi a bocca aperta, e che rende necessarie nuove ricerche anche in Gallura e altre aree della Sardegna sotto questa nuova luce. Finora mai si era palesata la presenza fisica di insediamenti etruschi sull’altra sponda del Tirreno rispetto al litorale tosco-laziale dove le grandi città etrusche fiorirono. Questi resti risalgono al 9 secolo a.C., e testimoniano la grande dimestichezza con la navigazione che i villanoviani avevano già all’epoca. 
 
PERCHE’ ANDARE
Se mai fossero necessarie nuove ragioni per andare in Sardegna, eccole servite. Gli appassionati di archeologia già avevano a disposizione decine di siti preistorici da visitare, ora (o per lo meno, a breve) sarà possibile anche ammirare testimonianze etrusche. Ma l’isola di Tavolara in particolare è un luogo di interesse naturalistico, che fa parte dell’Area Marina protetta omonima in quanto si tratta di uno dei luoghi più belli, incontaminati, scenografici del Mediterraneo. Le acqua cristalline circondano quest’isolotto ricoperto di macchia mediterranea, a tratti brullo ma abitato da numerose specie di uccelli. Un tempo persino la foca monaca era di casa.
 
DA NON PERDERE
Tavolara è ricca di suggestione, e forse è per questo che non una, ma diverse leggende la vedono protagonista. La mitologia classica l’associa ai Feaci, e alla loro nave pietrificata (la forma in effetti ricorda un’imbarcazione) da Poseidone, per punirli di aver ricondotto Ulisse ad Itaca. Secondo altre leggende qui esistevano capre dai denti d’oro. Altro aneddoto curioso sull’isolotto, è che è stato il regno indipendente più piccolo del mondo sul finire del 1800. Ancora oggi i discendenti ‘reali’ ne reclamano la sovranità. Tanti aspetti curiosi per un’isola di soli 700 ettari.
 
PERCHE’ NON ANDARE
Difficile trovare ragioni per non andare a Tavolara, probabilmente l’unica è che in piena estate potreste trovare un certo sovraffollamento sulle spiagge e sulle imbarcazioni per arrivare sull’isola. Una parte dell’isola non è accessibile, quindi il turismo si concentra esclusivamente in un’area.
 
COSA NON COMPRARE
Non portate con voi conchiglie e souvenir che fanno parte della flora e della fauna marina: è un’area protetta e perciò sotto tutela, con vincoli molto rigidi. Qualche anno fa alcuni turisti sono stati denunciati e multati in modo molto salato per aver portato con sé 4 ‘nacchere di mare’, grandi conchiglie che ospitano molluschi protette da normative ambientali.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Sardegna
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100