Cerca nel sito
Trepuzzi Lecce Puglia Bande Musica Eventi

Salento tra barche, bande e onde

Una terra straordinaria di mare e natura, cultura e tradizioni dove l'estate suona bene con molti eventi musicali

Salento - Sant'Andrea
ThinkStock
PERCHE' SE NE PARLA Ultimi appuntamenti a Trepuzzi, in provincia di Lecce, per la quinta edizione del Festival "Bande a Sud. Suoni tra due mari", che si svolgerà sino a domani. Questa sera appuntamento, in Largo Margherita, con la festa patronale dedicata alla Madonna Assunta, con la presenza delle bande Premiato Gran Concerto Bandistico Citta di Lecce “Schipa-D'Ascoli” e la Banda Città di Monteroni di Lecce. Domani, per il gran finale, arriva il gruppo di Minafric Orchestra feat Faraualla, stessa location alle ore 22. L'obiettivo del festival, anche quest'anno, è stato quello di raccontare e celebrare il mondo banda in tutte le sue forme, dalla tradizione alla contemporaneità. L’atmosfera della festa patronale con i prodotti tipici, la vita della piazza, le luci delle luminarie tradizionali, è stata suggellata dall' ottima offerta musicale ideata dal direttore artistico Gioacchino Palma. 
 
PERCHE’ ANDARCI Il Salento è una terra straordinaria di mare e natura, architettura e arte, cultura e tradizioni: ci sono i 17 km di spiaggia dorata di Porto Cesareo, c'è Gallipoli, la perla dello Ionio, e le Marine di Salve dette le Maldive del Salento. Ma si possono raggiungere Ugento e Santa Maria di Leuca, nonché Castro con la sua Grotta Zinzulusa, Otranto con i laghi Alimini. Luoghi bellissimi, incantevoli anche d'inverno, ma da vivere al meglio durante i mesi di luglio e settembre. E poi, tralasciando un po' le bellezze del mare, da non perdere le città di Lecce e Ostuni.
 
DA NON PERDERE  Lecce è la tappa doverosa nel Salento: qui, tra guglie e portali, chiese e monumenti, tutto è intriso di arte e di bellezza. Ma è soprattutto il centro storico il fulcro di vita e di meraviglia en plein air: attraversando una delle tre porte, che sia Porta Rudiae, Porta Napoli o Porta San Biagio, inizierete un percorso fatto di stradine più o meno contorte, ricche di palazzi da ammirare e da chiese da fotografare. In Via Umberto I potrete ammirare il cinquecentesco Palazzo Adorno e la bellissima Basilica di Santa Croce. Poi c'è Piazza Sant'Oronzo, con la famosa colonna del Santo patrono, e l'imperdibile Piazza del Duomo, ricca di fascino, storia e architettura. Nei dintorni anche un'altra tappa importante: il Castello di Carlo V, finito di costruire nel 1539. 
 
PERCHE' NON ANDARCI Il Salento è una terra straordinaria, ma se volete viverla nel pieno della sua bellezza, con quel doveroso senso di pace che questa terra richiede, evitate le due settimane centrali d'agosto. Sì, sono piene di eventi e di appuntamenti, ma anche di code sull'asfalto, di folle di bagnanti e lunghe attese per mangiare. Certo, se non potete altrimenti, pazienza...
 
COSA NON COMPRARE Tra i souvenir del Salento, spiccano quelli alla lavorazione della terracotta e della cartapesta, ma anche della pietra leccese, in tutte le forme e colori. Molto belli anche i tamburelli per suonare la pizzica. Bocciate le palle con la neve: nel Salento ci sono bambini che non l'hanno ancora vista.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Puglia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100