Cerca nel sito
Roma Campidoglio Palatino Archeologia Scoperta

Roma, scoperta una testa nuova in marmo di Dioniso

Nei pressi del Campidoglio una "mitica" scoperta archeologica

Campidoglio, Roma
iStock
Campidoglio, Roma
PERCHE' SE NE PARLA
Roma non smette di stupire. Qualche giorno fa, nei pressi del Campidoglio, è stata ritrovata la testa di una divinità, probabilmente Dioniso. Questa, dai capelli ondulati, apparteva a una statua in marmo bianco, forse dell'età imperiale (I a.C-V d.C.), ed è stata rinvenuta dagli archeologi della Sovrintendenza capitolina ai Beni culturali, durante alcuni scavi archeologici in via Alessandrina. "La statua, con ogni probabilità, rappresenta una divinità maschile, che pensiamo vada identificata con Dioniso. Sulla testa, infatti, ha una cintura decorata con un fiore tipicamente dionisiaco, il corimbo, e dell'edera. Gli occhi cavi, che probabilmente erano costituiti da pasta vitrea o pietre preziose, la fanno ricondurre ai primi secoli dell'impero", ha spiegato all'Ansa Claudio Parisi Presicce, direttore dei Musei archeologici e storico-artistici della Sovrintendenza.

PERCHE' ANDARCI
Dopo il periodo buio del Medioevo, con la proclamazione del Comune di Roma nel 1143, il Campidoglio torna ad essere il centro della vita politica della città. In quegli anni viene costruito Palazzo Senatorio, destinato a residenza del Senatore amministratore. Michelangelo nel 1538 aggiunge la grande scalinata e le statue di Minerva, immagine della Roma antica, del Nilo e del Tevere, facendo del palazzo il punto di riferimento della prospettiva della piazza. 

DA NON PERDERE
Secondo la tradizione antica, sul Palatino si trovava il primo insediamento della città di Roma, fondata intorno alla metà dell’ VIII secolo a.C. e attribuita a Romolo. L’Imperatore Augusto rese il Palatino sede ufficiale del potere e iniziò la costruzione dei palazzi imperiali, ristrutturati ed ampliati in seguito da Nerone, Domiziano, Adriano e Settimio Severo. Il Foro Romano era il centro monumentale dell’antica Roma. Attualmente sono visitabili i resti dell’antica piazza del Foro (Tempio di Antonino e Faustina, Basilica Emilia, Curia, Tempio di Vesta, Ara di Cesare, Arco di Tito e di Settimio Severo). Nei giorni feriali, di mattina è possibile visitare l’interno della Curia.

PERCHE' NON ANDARCI  
Non esiste un solo motivo per non vedere il cuore della romanità e dell'italianità: dal Colosseo a Piazza Venezia, da Piazza del Popolo a Piazza della Repubblica. Perché prima di conoscere il mondo, occorre conoscere il nostro bellissimo Paese. Certo, armatevi di pazienza se avete deciso di muovervi con i mezzi pubblici. Si sa che le metro capitoline sono una questione spinosa...

COSA NON COMPRARE 
Se avete voglia di un souvenir, comprate solo quelli dei negozi. Ed evitate accuratamente tutti i commercianti abusivi da marciapiede, che sono ovunque ma soprattutto in centro, così da non alimentare ulteriormente il mercato capitolino delle bruttezze e dell'abusivismo.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Lazio
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100