Cerca nel sito
Egitto Giordania Israele

Re Balak è esistito, il suo regno era in Giordania

Moab è il nome storico di un tratto montagnoso dell'attuale Giordania, sulla costa orientale del Mar Morto...

Deserto, Giordania
iStock
Deserto, Giordania
PERCHE' SE NE PARLA
Un'antica tavoletta di 2800 anni fa confermerebbe che Balak, il re biblico di Moab, sia realmente esistito. Si tratterebbe davvero di una figura storica, seppur controversa: nell'Antico Testamento si parlava di lui in qualità di persecutore degli Ebrei. L'antica tavoletta, chiamata Mesha Steele, una pietra di basalto nera alta 3 metri, descrive vari conflitti e conquiste avvenute durante il IX secolo. Sebbene parti dell'iscrizione siano gravemente erose, la linea 31, che in precedenza si pensava potesse riferirsi alla "House of David", sembrerebbe rimandare a King Balak. Per il momento la certezza non c'è, ma si parla di una probabilità molto alta. La reliquia, che è esposta al Louvre di Parigi, è stata scoperta 150 anni fa tra le rovine della città biblica di Dibon.

PERCHE' ANDARCI
Moab è il nome storico di un tratto montagnoso dell'attuale Giordania, sulla costa orientale del Mar Morto. L'esistenza del regno di Moab è attestata da numerosi reperti archeologici, in particolare proprio dalla Mesha Stele. I moabiti erano strettamente imparentati con gli israeliti, e i due popoli erano spesso in conflitto. Moab fu poi conquistata dai Babilonesi nel 582 a.C.

DA NON PERDERE
Sito archeologico fra i più importanti del Medio Oriente, capitale del regno dei Nabatei, Petra è uno dei luoghi più affascinanti e unici al mondo, annoverato fra i Patrimoni Mondiali dell'Umanità  e fra le Sette meraviglie del mondo moderno. Riscoperta da Johann Ludwig Burckhardt nel 1812, è stata oggetto di scavi che tuttora continuano per riportare alla luce la grande quantità di antiche strutture della città.
 
PERCHE’ NON ANDARCI 
Una volta arrivati in Giordania, prestate attenzione alle condizioni meteorologiche. Soprattutto in autunno e in inverno. Occorre prestare particolare attenzione al rischio di inondazioni improvvise ("flash flood") in prossimità di fiumi e nei c.d. "wadi" (canyon), nonché in strade secondarie in prossimità degli stessi.
 
COSA NON COMPRARE
Bellissimi i monili e i ciondoli artigianali per un ricordo davvero originale, si trovano nei principali siti turistici della Giordania. Belle anche le lampade e ben lavorati i porta gioielli. Da evitare tutte quelle bottigliette con la sabbia, anche se con il disegno dipinto a mano sul vetro. Cioè, quale sarebbe il senso? 
 
 

 
 

Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Giordania
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100