Cerca nel sito
Padova Veneto energie città green classifica natura

Padova, la seconda città più "green" d'Europa

Quella veneta è una città d'eccellenza europea in fatto di attenzione energetica: Reykjavik e Zurigo rispettivamente al primo e terzo posto

Padova, Veneto
Courtesy of©iStock
Padova
PERCHE’ SE NE PARLA Padova città d'eccellenza europea, tra quelle meno dipendenti dai combustibili fossili nella produzione di elettricità. E' quanto emerge dalla ricerca congiunta Cdp e Aecom. Sono le città latinoamericane ed europee ad essere le meno dipendenti dai combustibili fossili nella produzione di elettricità, seguite da Nord America, Africa e, in ultima posizione, dal Sud Est Asiatico. I risultati mostrano che le città latinoamericane in media traggono il 76% della loro elettricità da fonti pulite mentre le città europee il 59%, e quelle asiatiche soltanto il 15%. Le città europee più virtuose che producono energia da fonti pulite  includono Reykjavik, Padova, Zurigo. Seguono Funchal, Oslo, Stoccolma e Parigi.

PERCHE’ ANDARCI Padova, città di grandi tradizioni artistiche e culturali, vanta oltre 3000 anni di storia, che hanno lasciato in eredità alla città una miniera di monumenti di grande valore storico-artistico. La sua provincia è ricca di giardini storici, espressione di civiltà e di cultura. Tra tutti gli angoli di paradiso "green", spiccano i Colli Euganei, l'oasi naturalistica nel cuore della pianura veneta, una delle principali mete turistiche ed escursionistiche.

DA NON PERDERE Tra le grandi attrattive turistiche, la Basilica di Sant'Antonio, oggi meta di pellegrinaggio, la Cappella degli Scrovegni, con gli affreschi di Giotto, La Specola, antica torre che oggi ospita antiche strumentazioni di astronomia, il Prato della Valle, che con i suoi circa 90mila mq è una delle piazze più grandi d'Europa, e l'Orto Botanico, il più antico del mondo tra quelli universitari.

PERCHE’ NON ANDARCI Padova è una delle città più immeritatamente sottovalutate in Italia. Non perché si pensi che sia brutta, per carità, ma perché, per qualche strana ragione, si ignorano le tantissime ricchezze, naturalistiche, culturali e urbane. E' tempo di fare inversione di rotta.

COSA NON COMPRARE Tantissimi i souvenir religiosi, spesso raffiguranti croci o miniature di Sant'Antonio. E poi rosari, soprammobili con pensieri cattolici e tanto altro ancora. De gustibus.

Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Veneto
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati