Cerca nel sito
Cuma sito archeologico Campi Flegrei

Necropoli di Cuma, una nuova tomba dipinta

Nel sito archeologico dei Campi Flegrei una nuova meravigliosa scoperta

Strada di Cuma
Istockphotos
Antico lastricato di Cuma
PERCHE’ SE NE PARLA
Un team di archeologi italiani e francesi sta lavorando da anni al sito archeologico di Cuma, in Campania, in particolare all’area della grande necropoli settentrionale. E’ proprio lì che ha recentemente riportato alla luce una nuova tomba meravigliosamente affrescata. Un sepolcreto a camera ipogea, con volte a botte e facciata monumentale, che al suo interno custodisce scene dipinte di un banchetto ed eccezionali decorazioni. Al momento oggetto di studio, la splendida tomba è databile al II secolo a.C., e la complessità dell’architettura assieme alla minuzia delle decorazioni suggerisce che i defunti appartenessero ad una classe sociale decisamente alta. Purtroppo la tomba è stata danneggiata da incursioni passate, ma si tratta comunque di una scoperta di inestimabile valore.
 
PERCHE’ ANDARE
Quella di Cumae è una delle più antiche colonie greche in Italia. Fondata nel 730. a.C. è stata abitata sino al Medioevo, pertanto conserva le rovine di una storia molto stratificata. L’antica città e la sua necropoli si estendono tanto da supporre che fosse almeno il doppio di Pompei. Si trova all’interno del Parco Archeologico dei Campi Flegrei, nel cui Museo sono custoditi molti dei reperti sino ad oggi portati alla luce. Dell’antica colonia greca sono visibili il foro e l’acropoli con il tempio di Apollo. Di quest’ultimo, l’antica terrazza permette una pittoresca vista su strutture come l’antica cisterna Romana. Visititabili anche la Crypta romana e la Torre Bizantina. 
 
DA NON PERDERE
All’interno del Parco Archeologico di Cuma sorge l’Antro della Sibilla, forse il monumento più famoso. Si tratta di una galleria tufacea scavata con funzione difensiva, che nei secoli assunse connotati ‘magici’ grazie alla narrazione di Virgilio secondo cui al suo interno una Sibilla, figura semi-mitologica, dava i suoi enigmatici responsi e profezie. 
 
PERCHE’ NON ANDARE
Il sito è bellissimo e interessante, ma se non si visita con una guida potrebbe non risultare altrettanto affascinante dato che i cartelli esplicativi sono poco approfonditi e il percorso non è affatto chiaro. Inoltre, molti visitatori ne denunciano l’incuria. 
 
COSA NON COMPRARE
Gli oggetti ricordo più che a Cuma si trovano a Pozzuoli, ma a volte sono di dubbio gusto.

Se amate l'antica Grecia, non potete non visitare Atene
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Campania
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100