Cerca nel sito
Napoli Letteratura Elettronica Festival 2014 

Napoli, quando la cultura diventa hi-tech

Nell’affascinante città campana si apre oggi, sino al 3 novembre, il festival della letteratura elettronica…

Palazzo Reale, Napoli
Courtesy of ©www.naples-napoli.org
Palazzo Reale di Napoli
PERCHE’ SE NE PARLA Napoli diventa la capitale della cultura hi-tech. Almeno per un mese. Si apre oggi sino al 3 novembre il Festival Internazionale della Letteratura Elettronica, la grande rassegna che porta per la prima volta in Italia i grandi artisti internazionali della “letteratura elettronica”. Un Festival che intende conoscere e far conoscere, indagare e riflettere su come le tecnologie ed in particolare il web influenzino l’arte e la letteratura nei suoi vari aspetti, dal racconto al romanzo, dalla musica al video alla fotografia, danza, teatro, poesia o alla pittura. La manifestazione coinvolgerà tutta la città per un mese intero con eventi, installazioni concerti, mostre, dibattiti: Palazzo Reale di Napoli, Maschio Angioino, Castel dell'Ovo, Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore di Napoli (Sala S. Tommaso), PAN Palazzo delle Arti di Napoli, Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, Istituto Italiano per gli Studi Filosofici di Napoli, Piazza Dante di Napoli, Piazza del Gesù Nuovo di Napoli, Villa Bruno di San Giorgio a Cremano, Villa Vannucchi di San Giorgio a Cremano.

LE FOTO: NAPOLI SVELATA IN 10 TAPPE
 
PERCHE’ ANDARCI Il festival si presenta come una ragione in più per visitare Napoli, una delle città più belle e interessanti in Italia. E non soltanto per le architetture e per le splendide piazze, ma per una fierezza culturale, fatto di lingua e di credenze, di storia e di passione, che conquistano tanti turisti provenienti da tutto il mondo. Anche la natura è particolarmente imponente, e basta pensare alle perle marine poco distanti da qui per averne un ulteriore esempio. 
 
DA NON PERDERE Sarebbero molte di più, ma quattro sono le attrattive che mi permetto di segnalarvi. Iniziando con la Spaccanapoli, strada che va dai Quartieri Spagnoli al quartiere di Forcella, tagliando in linea retta la città di Napoli, e ne racconta la millenaria storia della città, tra palazzi antichi e chiese, casette e scene famigliari. Si proceda con il Palazzo Reale di Napoli, una delle quattro residenze usate dalla casa reale dei Borbone durante il Regno delle Due Sicilie, che si affaccia sull'area monumentale di piazza del Plebiscito. Per gli amanti dei musei, c’è quello Archeologico, uno dei più importanti nel mondo per la qualità del patrimonio qui custodito. Infine, per i non claustrofobici, i tunnel della Napoli sotterranea.

PERCHE’ NON ANDARCI Malavita e mala educazione sono presenti ovunque, in tutto il mondo. Eppure Napoli, in merito, ha davvero una brutta fama. Immeritatamente. Per stare più tranquilli, basterebbe prestare maggiore attenzione nelle zone dei Quartieri Spagnoli e di Forcella, dove si consuma una dura guerra tra clan. Ma anche in quelle di Marianella e Piscinola. E, ovviamente, di Secondigliano e Scampia.

COSA NON COMPRARE Più che “cosa” non comprare, fate attenzione a “dove” gettate il vostro denaro: Piazza Garibaldi è anche famosa per il paccotto, un vero e proprio raggiro ai danni del turista sprovveduto. Come si può pensare di non subire una truffa se si acquista un tablet da una bancarella?

Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Campania
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati