Cerca nel sito
Napoli Campania Pizza Village

Napoli, capitale mondiale della pizza

Qui, un tempo, le prime conferme e i primi applausi. Sempre qui, oggi, alcune delle pizzerie più buone d'Italia...

Napoli e pizzerie
iStock
Napoli e pizzerie
PERCHE' SE NE PARLA Un intero weekend dedicato alla pizza e alla tradizione, culturale e gastronomica, a Napoli. Prosegue sino a domani il Napoli Pizza Village che, anche quest’anno, è ospitato dal suggestivo e celebre lungomare di Via Caracciolo. Una manifestazione completa e polivalente, un'occasione per gli operatori del settore ma soprattutto per il pubblico dei grandi eventi, animato dalla presenza di 50 tra le più rinomate pizzerie napoletane al mondo. Accesso completamento gratuito, dalle ore 18:00 alle 24:00, per una serata in cui musica, cabaret, performance sportive e spettacolari, focalizzano l’attenzione sulla vera ed unica protagonista: la pizza.
 
PERCHE’ ANDARCI Le prime forme di pizza risalgono alla fine del Cinquecento ed inizi del Seicento: si trattava di una pizza soffice chiamata alla "mastunicola", preparata con strutto, formaggio, foglie di basilico e pepe. Ma la prima vera unione tra la pasta ed il pomodoro avvenne a metà del Settecento nel Regno di Napoli. Se ne innamorarono anche i sovrani di Casa Savoia, tanto che proprio alla regina Margherita di Savoia nel 1889 il pizzaiolo Raffaele Esposito dedicò la "pizza Margherita".

DA NON PERDERE L'Antica Pizzeria Port'Alba a Napoli è considerata la più antica pizzeria della città ancora oggi esistente: iniziarono a produrle per venditori ambulanti nel 1738, sino ad espandersi con sedie e tavoli nel 1830. Da segnalare anche la Pizzeria del Presidente, che vanta anche la visita di Clinton; la Pizzeria Starita, che offrì supporto alle riprese dell’episodio de “L’oro di Napoli”con Sophia Loren e che ricevette nel 2000 i riconoscimenti al Vaticano dal Papa; Pizzeria Brandi, fondata nel 1780 e conosciuta a livello internazionale per aver dato i natali alla "Margherita". 
 
PERCHE’ NON ANDARCI Solo 3 accortezze: non chiedete un taxi a chi non possiede l'apposita auto; diffidate da chi vorrebbe vendervi pc, cellulari e oggetti hi-tech a pochi spiccioli; mai tentare la fortuna al gioco delle tre carte. Il rischio di imbattervi in queste categorie aumenta nelle zone di transito per la stazione ferroviaria. Ma poi, dico, c'era effettivamente bisogno di scriverlo?
 
COSA NON COMPRARE L’eccentricità napoletana non smette mai di stupire. E tra i negozi di souvenir ne avrete una prova. C’è chi si è divertito a vendere un porta carta igienica con la faccia di Berlusconi e il rotolo dei colori del Milan. De gustibus.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Campania
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100