Cerca nel sito
Africa Mistero Natura Namibia

Namibia, svelato il mistero dei “cerchi delle fate”

Secondo uno studio queste misteriose aree sarebbero il risultato dell’ingegneria delle termiti e delle "leggi" della vegetazione

Cerchi delle fate in Namibia
©iStock
Cerchi delle fate in Namibia
PERCHE' SE NE PARLA Svelato il mistero dei fairy circles, i famosi cerchi delle fate della Namibia. Questi, presenti in versione più piccola anche in Australia, sono aree a forma di cerchio prive di vegetazione ma circondate da un anello di erba del genere Stipagrostis. Possono variare dai 3 ai 20 metri di diametro, e generalmente sopravvivono per qualche decina di anni. A volte anche per 70 anni. 
 
Ebbene, uno studio internazionale pubblicato su Nature, suggerisce che queste misteriose aree siano il risultato dell’ingegneria delle termiti e delle "leggi" della vegetazione. In altre parole le termiti si nutrono delle radici delle piante che stanno sopra il loro nido. E dove le relative colonie sono costrette a vivere le une accanto le altre, le aree di erba intatta ne simboleggiano i confini tra fazioni. E per spiegare la natura circolare di questi cerchi, gli esperti spiegano che alcune erbe sarebbero in grado di sopraffarne altre, diffondendo le loro lunghe radici, privandole di acqua, e provocando quindi la formazione di chiazze di sabbia asciutta. 
 
PERCHE' ANDARCI La Namibia è una bellissima destinazione per tutti coloro che amano la natura in tutti i suoi contrasti. Il Deserto Namib, la cui larghezza varia fra 50 e 140 chilometri, è il più antico del mondo, tra dune, fiumi prosciugati e canyon erosi. L'altopiano centrale, che presenta savane cosparse di rovi e monti che si innalzano dalle pianure, termina a sud nel maestoso Fishriver Canyon. Nel nord del Paese, si varia dalla densa macchia e dalle aperte pianure della Piana di Etosha, alla savana boscosa e alla vegetazione rigogliosa. 
 
DA NON PERDERE Il parco nazionale d'Etosha (Etosha National Park) è un parco nazionale del nord della Namibia, con un'estensione complessiva di circa 23mila kmq. Questo ospita 114 specie di mammiferi, 340 di uccelli, 110 di rettili, 16 di anfibi e persino una specie di pesci. Per gli amanti del genere, segnaliamo la città fantasma di Kolmanskop, a Luderitz. Da visitare le antichissime incisioni rupestri del Twyfelfontein Country Lodge. Potete anche decidere di fare un indimenticabile giro sui quad per il Namib Desert. 
 
PERCHE’ NON ANDARCI La Namibia è uno dei paesi africani meno popolati, perché è il più arido a sud del Sahara. Si stima che abbia, in tutto, circa 2.200.000 abitanti. Eppure il turismo c'è, soprattutto durante i mesi estivi. Attenzione alle escursioni termiche: non dimenticate capi ben più pesanti. E, ovviamente, non è consigliato muoversi con mezzi pubblici, a meno che non vogliate perdervi alcune bellissime attrattive che questa terra propone. Meglio noleggiare autovetture a 4 ruote motrici, per quanto non sia una scelta economica.
 
COSA COMPRARE E COSA EVITARE Bracciali e collane come se piovessero. Bellissimi oggetti in legno e maschere intagliate da collezione. Particolarissime anche le bambole con i vestiti colorati come tradizione vuole. Ma, in vendita, si trova anche una borsa piena di scritte. Decisamente brutta ed evitabile.
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Continente Africa
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati