Cerca nel sito
Monza Gran Premio Ferrari Pista Formula 1

Monza: il GP d’Italia per altri 3 anni

L'Autodromo, la storia, i record, il museo: nella città lombarda le pagine più belle della storia dell'automobilismo internazionale.

Autodromo di Monza
Courtesy of ©Google
Autodromo di Monza
PERCHE' SE NE PARLA Il Gran Premio di Monza si disputerà ancora per almeno tre anni. Durante la presentazione dell'edizione 2016, da oggi sino a domenica, è arrivata la tanto attesa conferma per il rinnovo del contratto triennale tra il patron della F1 Bernie Ecclestone e l'Autodromo di Monza. Il GP d'Italia rimane quindi qui, nonostante negli scorsi mesi si pensasse ad altri circuiti, tra cui quello di Imola. Quest’anno, inoltre, si celebra un anniversario particolare: 50 anni fa si festeggiava l’ultima vittoria di un pilota italiano, al Gran Premio d’Italia. Era il 4 settembre 1966 quando Ludovico Scarfiotti su Ferrari vinse l’unico gran premio della sua carriera. 
 
PERCHE’ ANDARCI Sulla pista di Monza, dal 1922 a oggi, sono state scritte pagine fondamentali della storia dell’automobilismo e del motociclismo internazionale. Dal 1922 il Gran Premio d’Italia si è sempre disputato all’Autodromo Nazionale Monza, ad eccezione del 1937 (Livorno), 1947 (Milano), 1948 (Torino) e 1980 (Imola). Qui hanno gareggiato i più grandi piloti dell’automobilismo, qui è stato raggiunto il record di velocità che dal 1991 lo ha reso il circuito più veloce della storia anche conosciuto come “Tempio della velocità”. Il record assoluto di velocità in Formula 1 è stato registrato proprio a Monza nel 2005, ad opera di Kimi Räikkönen su Mclaren con 370,1 km/h. Una manifestazione sportiva che genera, in una sola settimana, un indotto turistico “diretto” di quasi 30 milioni di euro, a detta della Camera di commercio. 
 
DA NON PERDERE  L’Autodromo, conosciuto in tutto il mondo come Tempio della Velocità, è il terzo, tra quelli permanenti, più antico al mondo, dopo quello di Brooklands, seppur non più in uso, e quello di Indianapolis. Da non perdere, una volta giunti fin qui, il Museo Della Velocità. Questo polo museale, che recentemente ha ospitato la mostra  “Ayrton Senna. L’ultima notte”, si articola in quattordici aree tematiche differenti: categorie di auto e moto, tecnologia, motori, cockpit, piloti, sicurezza, vittorie, velocità, pneumatici, abbigliamento, media e tv, pubblico, pista, box e paddock. 
 
PERCHE' NON ANDARCI La città, a pochi chilometri da Milano, viene spesso penalizzata dalla fama del capoluogo lombardo. Eppure Monza merita, e non soltanto per mezza giornata, per una passeggiata veloce, o per una gara all'autodromo.
 
COSA NON COMPRARE I negozietti di souvenir non offrono grandi oggetti di cui ricordarsi. Non temete: tra vini e insaccati, dolci ed oli, non tornerete a casa a mani vuote.
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione Lombardia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati