Cerca nel sito
Matera Basilicata mongolfiere festival Sassi

Matera, l'invasione delle mongolfiere

Da domani sino all'11 ottobre, in questa città unica al mondo, si svolgerà un grande appuntamento che unisce sport, arte, musica e cultura...

Mongolfiere, Matera
Courtesy of©Festival Internazionale Mongolfiere
Mongolfiere a Matera
PERCHE’ SE NE PARLA Dopo il successo della seconda edizione, ritorna il “Matera Balloon Festival”,da domani sino all'11 ottobre: il primo Festival Internazionale di mongolfiere della città dei Sassi prevede quattro giornate ad alta concentrazione di energia. Murgia Timone, una delle aree più caratteristiche del Parco della Murgia Materana, sarà teatro di eventi sportivi, arte, musica, cultura, cibo a km zero, escursioni a piedi, in bici e a cavallo, e naturalmente avvincenti voli ad alta quota, organizzati da Comunicazione in Volo, società certificata dall’ENAC, con equipaggi di mongolfiere provenienti da tutta Europa. Ci sarà spazio per scuole, famiglie e ragazzi grazie ai numerosissimi laboratori didattici organizzati all’interno dei coloratissimi Iglù de Vent. Sarà un Festival “senza barriere”, pensato anche per persone con disabilità sensoriali, grazie alla collaborazione con l’associazione SassieMurgia. 
 
PERCHE’ ANDARCI Nota con gli appellativi di "Città dei Sassi" e "Città Sotterranea", seconda città della Basilicata per popolazione, è conosciuta soprattutto per i suoi Sassi, che costituiscono uno dei nuclei abitativi più antichi al mondo. Questi, riconosciuti nel 1993 Patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, sono stati il primo sito dell'Italia meridionale a ricevere tale titolo. Questa città nella città è una perla rara, un paesaggio trasversale, un’enorme scultura che ha preservato sin dal più lontano Paleolitico il modo di abitare delle caverne, accanto alle quali sono sorte abitazioni più moderne.

FOTO: MATERA OLTRE I SASSI, 10 IMPERDIBILI TAPPE
 
DA NON PERDERE Le chiese scavate nella roccia, con i loro virtuosismi architettonici ed i loro affreschi, costituiscono oggi eccezionali opere artistiche, in un insieme eterogeneo ed armonico in cui a chiese greco-ortodosse si affiancano chiese latine. Santa Lucia e Agata alle Malve, Santa Maria de Idris e Santa Barbara sono solo alcune delle circa 155 chiese rupestri diffuse sul territorio materano. Non perdete neanche, sul colle della Civitas, la Cattedrale di Matera, risalente al XIII secolo, che offre un bel panorama sul Sasso Barisano. Tante anche le riserve naturali, parchi e oasi protette nei dintorni.  
 
PERCHE’ NON ANDARCI Matera è una città che va vista, almeno una volta, almeno per un weekend. Raggiungetela con la vostra auto, perché i trasporti sono lunghi e non sempre semplici. E, soprattutto, non andateci d'estate, quando fa davvero caldo. Meglio la primavera, quando la città dà il meglio di sé. Punti di vista, ovviamente.
 
COSA NON COMPRARE Se non avete voglia di comprare prodotti gastronomici, l'artigianato locale offre interessanti lavorazioni di cartapesta, ferro battuto, terracotta e tufo. Tutto il resto non è all’altezza delle bellezze della città.

Leggi anche:
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per distretto Murge
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati