Cerca nel sito
Luxor Egitto scoperta archeologia

Luxor, scoperte le fabbriche delle tombe reali

Rinvenuto in Egitto, nella Valle dei Re, un complesso di officine utile alla produzione di gioielli, mobili e oggetti per le famiglie reali

Luxor, Egitto
iStock
Luxor, Egitto
PERCHE' SE NE PARLA
Scoperto in Egitto, nella Valle dei Re, un complesso di officine, nei pressi dell’antica Tebe, che sembra producesse gioielli, mobili e oggetti per le tombe della famiglia reale. I numerosi ritrovamenti, scoperti in quest'area, contano due anelli d’argento, lamine d’oro e centinaia tra perline e ceramiche. Le ricerche, dirette dal famoso egittologo Zahi Hawass, riguardano la Valle delle Scimmie. E conserva i resti di 30 officine e un grande forno per la cottura della ceramica. Nel sito, che si estende per circa 75 metri, sono stati trovati un anello d’argento di Amenofi III, un altro di una regina egizia, perline e diversi fogli d’oro. Tutti materiali, questi, che venivano comunemente usati per decorare le bare di legno dei reali. Rinvenute anche le ali di una statua di Horo, una divinità che rimanda alla morte e alla risurrezione.
 
PERCHE’ ANDARCI 
Nel luogo in cui un tempo si ergeva l’antica Tebe, sulla sponda occidentale di Luxor, si può visitare la Valle dei Re, dove possono essere ammirate le tombe di molti faraoni. A partire da quelle di Tutankamon e di Ramsete IV, per poi proseguire con quelle di Horemheb, Merenptah, Sethi, Thutmose III e Ramesse VI.
 
DA NON PERDERE 
La sigla KV23, anche nota come la King's Valley 23, identifica una delle tombe della Valle dei Re in Egitto. Proprio quella del faraone Ay (XVIII dinastia), diretto successore di Tutankhamon. Ubicata nella Valle Occidentale, la West Valley, è anche nota come WV23 o anche, secondo una denominazione locale, Bab el-Gurud ovvero Tomba delle scimmie. Le sue pareti, infatti, sono ornate con raffigurazioni di babbuini. 
 
PERCHE’ NON ANDARCI 
Per via delle temperature elevatissime dell’Egitto meglio evitare di visitare le piramidi nella tarda mattinata o nel primo pomeriggio. E quelli che soffrono di claustrofobia devono prestare una particolare attenzione: questi luoghi mettono a dura prova calma e respirazione. 
 
COSA NON COMPRARE 
Se volete un souvenir come si deve, non comprate assolutamente niente dai venditori abusivi che affollano i siti turistici, soprattutto quelli vicini alle piramidi. Subireste in pochi secondi un vero e proprio assalto. 

Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati