Cerca nel sito
Egitto Luxor scoperta archeologia

Luxor, scoperta un'antica "area industriale"

Quest'area della Valle delle Scimmie di Luxor  un tempo veniva utilizzata per produrre oggetti decorativi per tombe reali

Luxor, Egitto
iStock
Luxor, Egitto
PERCHE' SE NE PARLA
Scoperta a Luxor, in Egitto, un'antica "area industriale" che un tempo veniva utilizzata per produrre oggetti decorativi per tombe reali, mobili e ceramiche. Questa, che un tempo sembra contasse trenta officine e un grande forno per la cottura, è stata scoperta nella Valle delle Scimmie di Luxor. "Ogni laboratorio aveva uno scopo diverso", ha spiegato l'archeologo Zahi Hawass, responsabile dei lavori. "Alcuni sono stati usati per realizzare ceramiche, altri per produrre manufatti d'oro e altri ancora per fabbricare mobili". All'interno del sito, che si estende per circa 75 metri, sono state trovate perle di intarsio, anelli d'argento e lamine d'oro. Ossia oggetti che venivano comunemente usati per decorare le bare di legno dei reali egiziani.

PERCHE’ ANDARCI 
Luxor, a circa 500 km a sud del Cairo, è il sito dell'antica città di Tebe. Un posto da favola, una terra che almeno una volta nella vita andrebbe visitata. La città comprende le rovine del complesso templare di Karnak e Luxor antica, che si distinguono all'interno della città moderna. Sul lato opposto del fiume Nilo si trovano i monumenti, i templi e le tombe della necropoli posta ad ovest.

DA NON PERDERE
Nel 1979 l'antico sito archeologico dell'Antica Tebe con la sua necropoli fu proclamato Patrimonio dell'Umanità. Qui si trovano la Valle delle Regine e la Valle dei Re, nelle quali scavi archeologici portarono alla luce le tombe dei sovrani del Nuovo Regno. Famoso il ritrovamento della tomba di Tutankhamon. Nella zona pianeggiante, invece, le rovine di maestosi edifici e templi, quali il tempio di Medinet Habu, i colossi di Memnone, il tempio di Ramses II e il tempio di Seti I.

PERCHE' NON ANDARCI 
A seguito dei tragici eventi che hanno recentemente coinvolto sia le forze di sicurezza egiziane sia i turisti, si sconsigliano vivamente escursioni nel deserto. Anche perché qui non è assicurata la copertura GPS.  La situazione nella penisola del Sinai, a causa di alcuni attacchi terroristici, è molto tesa, con particolare riferimento alla regione al confine con la Striscia di Gaza.

COSA NON COMPRARE 
Doverosa premessa: trovare qualcosa da comprare che non sia bello e caratteristico a Luxor, come anche in tutto il resto dell'Egitto, è davvero difficile. Tra vasi, decorazioni, portagioie, gioielli, riproduzioni di monumenti storici e arabeschi portafortuna, da evitare ci sono giusto le tazze e le magliette bianche brandizzate. Mica poco. Un occhio, però, buttatelo anche sulla qualità di questi ricordi: fate in modo che, seppur piccoli, durino. Investiteci un po' di più.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati