Cerca nel sito
Sicilia Dolce e Gabbana Palermo Siracusa Madonie Ortigia

La Sicilia di Dolce e Gabbana

Da Palermo a Siracusa, alla scoperta dei luoghi cari ai due stilisti che sono finiti, un’altra volta, nell’occhio del ciclone

Palermo
Courtesy of ©IStockphoto
Palermo
PERCHE’ SE NE PARLA Anche la Sicilia, con i suoi modelli tradizionali di famiglia, impugnati a sorpresa dalla coppia – prima anche sentimentalmente, oggi solo professionalmente - di stilisti Domenico Dolce e Stefano Gabbana, è sotto accusa a causa delle loro affermazioni. Un caso che potrebbe ricordare la bufera mediatica su Barilla esplosa nel settembre del 2013 a causa di un’affermazione contro le coppie gay. “Non mi convincono i figli della chimica, i bambini sintetici, uteri in affitto, semi scelti da un catalogo”, ha detto Domenico Dolce in un’intervista pubblicata nell’ultimo numero di Panorama. Attaccando, in questo modo, sia coppie omosessuali che eterosessuali, “colpevoli” di dover ricorrere alla scienza per avere un figlio, da amare e che le ami. Con un iter, tra l’altro, lunghissimo e costosissimo.
 
Quando forse si sono resi conto della potenzialità negativa della loro affermazione, i due stilisti dalla Thailandia, dove sono in vacanza, hanno emesso una nota: “Sono siciliano - spiega Dolce - e sono cresciuto con un modello di famiglia tradizionale, fatto di mamma, papà e figli”. Infatti Domenico Maria Assunta è di Polizzi Generosa, nel Parco delle Madonie, in provincia di Palermo. A schierarsi contro gli stilisti, giustamente accusati di essere retrò, offensivi e discriminatori, anche Elton John, Courtney Love, Ricky Martin, Martina Navratilova, Ryan Murphy e altri importanti nomi dello spettacolo mondiale. E l’hashtag #boycottDolce&Gabbana è divenuto subito popolarissimo. In attesa di un loro passo indietro.

PERCHE’ ANDARCI Il Parco delle Madonie comprende quindici comuni della provincia di Palermo. Il valore di questa grande area protetta è notevolissimo sia sotto l’aspetto paesaggistico che sotto quello più strettamente naturalistico. Ne fa parte il massiccio montuoso delle Madonie, situato sulla costa settentrionale siciliana. E ospita oltre la metà delle specie vegetali siciliane, mentre per la fauna sono presenti oltre la metà delle specie di uccelli, tutte le specie di mammiferi e più della metà delle specie di invertebrati siciliane. 
 
DA NON PERDERE Ma ovviamente sono tante le perle da vedere nei dintorni di Palermo, con posti fantastici come Cefalù, Petralia Soprana, Castelbuono, Scopello,Segesta e Calatafimi. E poi c’è Siracusa, dove gli stilisti hanno girato anche lo spot di uno dei loro profumi: la sua isola, Ortigia, è un luogo fantastico ricco di tradizione e di bellezza. Nella piazza principale, quella del Duomo, si trova anche la casa di Dolce e Gabbana.
 
PERCHE’ NON ANDARCI Uno dei principali meriti della Sicilia è sicuramente quello di essere una terra ricca di tradizioni e cultura. Ma questo non giustifica l’affermazione del duo della moda. La Sicilia è terra di storia e di culture, di tradizioni e di innovazioni, con tutte le sue naturali contraddizioni. Terra da non boicottare mai, anzi, da promuovere e da sostenere, ancora di più.
 
COSA NON COMPRARE Nella zona palermitana è molto frequente la lavorazione della pietra a Geraci, ma anche la ricerca artigianale di pizzi e tappeti, legno e ferro battuto. Per non parlare dei tanti prodotti legati all’enogastronomia. Talmente tanta scelta che le magliette in stile mafioso neanche le guarderete. E meno male.

Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati