Cerca nel sito
Arbil Kurdistan Iraq scoperta archeologia

Kurdistan, scoperte rovine del palazzo Mitanni

La Cittadella di Arbil, capitale del Kurdistan iracheno, è stata dichiarata dall'UNESCO patrimonio dell'umanità

Arbil, Kurdistan
iStock
Arbil, Kurdistan
PERCHE' SE NE PARLA
"Una delle scoperte archeologiche più importanti nel Kurdistan negli ultimi decenni": lo ha dichiarato l'archeologo Hasan Ahmed Qasim, in merito a quello che rimane di un antico palazzo risalente al periodo Mitanni. Il sito mostra un edificio progettato con cura con enormi pareti interne in mattoni di fango fino a 2 metri di spessore. Alcune pareti sono alte più di 2 metri e alcune stanze hanno pareti intonacate. Trovati anche resti di dipinti murali in vivaci tonalità di rosso e blu. Questo edificio potrebbe rimandare quindi al II millennio a.C.

PERCHE' ANDARCI
La Cittadella di Arbil, capitale del Kurdistan iracheno, è una piccola collinetta circolare che rappresenta il centro della città, dichiarata dall'UNESCO patrimonio dell'umanità. Ha una struttura circolare alta 30 metri ed è stata costruita sopra sette strati di civiltà. L'area totale della cittadella è di 110.000 metri quadrati e risale a più di 6.000 anni. È passata attraverso varie civilizzazioni come i Sumeri, gli Accadici, i Babilonesi, gli Assiri e conquistata da potenze antiche che dominarono la città come gli Achemenidi, i Selgiudichi e i Sasanidi per poi essere infine conquistata dai Musulmani.

DA NON PERDERE
Arbil è costituita da tre quartieri principali, Topkhana, Saray e Taki. I visitatori possono salire fino in cima dall'ingresso nord, la Porta Ahmadi, e camminare lungo Citadel Street, la strada principale che taglia la cittadella in due. Si esce poi dalla porta a sud che affaccia sul Parco Shar: da qui godrete di un buon panorama della piazza e del mercato sottostante. Da visitare, sempre che sia possibile accedervi, tra restauri e chiusure, la Grande Moschea, nonché il Minareto Mudhafaria.

PERCHE' NON ANDARCI 
Per via delle ostilità che caratterizzano alcune zone del Paese al confine con la Regione curda, si sconsigliano viaggi non assolutamente necessari nel Kurdistan iracheno. Ai connazionali che, a qualsiasi titolo, dovessero decidere sotto la propria responsabilità di recarsi in una delle tre Province della Regione, si raccomanda di prendere contatto con il Consolato d’Italia a Erbil. Una volta giunti a destinazione, è necessaria massima prudenza, e l’adozione di adeguate misure di sicurezza.

COSA NON COMPRARE 
I banchi dei mercati locali, caratteristici e affollati, vendono di tutto, dai giocattoli economici alle spezie, dalla gioielleria di qualità ai tappeti. Perfino i DVD piratati, decisamente evitabili.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Iraq
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati