Cerca nel sito
Israele scoperta archeologia

Israele, un antico nascondiglio usato in guerra

Questa terra, crocevia della storia da millenni, custodisce numerosi scavi archeologici e tantissime ricchezze storiche.

Israele, deserto
iStock
Israele, deserto
PERCHE' SE NE PARLA
Scoperto in Israele un antico insediamento ebraico, risalente a 2.000 anni fa, con una serie di tunnel utilizzati per nascondere cibo e armi durante le ribellioni contro i Romani. Se vogliamo essere ancora più precisi, sarebbero stati usati durante la rivolta di Bar Kokhba nel 135 d.C. Ma pare che l'area fosse stata già utilizzata durante la Prima rivolta ebraica del 70 d.C., sempre per immagazzinare merci. Gli archeologi hanno inoltre ritrovato alcuni reperti che rimandano  a una torre di avvistamento e a panetterie, monete dell'epoca romana, un mikveh - un bagno rituale ebraico - e vasi di calcare usati durante i rituali. Nonché una rara lampada a olio decorata con la menorah a nove braccia.

PERCHE’ ANDARCI 
Israele, crocevia della storia da millenni, custodisce incredibili tesori dal punto di vista storico e archeologico. Come non citare, ad esempio, Masada, Patrimonio dell'Umanità dal 2001, e i tell di Megiddo, Hazor e Be'er Sheva. O ancora, ovviamente, la Città Vecchia di Gerusalemme e le sue mura. Inoltre sono anche Patrimonio Unesco non solo Tel Aviv, la città bianca, ma anche la Città vecchia di Acri dal 2001 e la Via dell'incenso - città nel deserto del Negev dal 2005.

DA NON PERDERE
Fatevi un giro anche per questi musei: il Rockfeller e il Museo delle Terre della Bibbia a Gerusalemme, l’Haaretz Museum e il Museo Hecht dell’Università di Haifa. Questi custodiscono alcune delle più grandiose collezioni di antichità del mondo. Invece i rotoli del Mar Morto sono custoditi nell'imperdibile Museo d'Israele di Gerusalemme, situato in un complesso vicino al Bible Lands Museum, il Campus Nazionale per l'Archeologia di Israele.

PERCHE’ NON ANDARCI 
Recentemente si sono verificati in Israele episodi di violenza quali accoltellamenti e lanci di pietre su persone e veicoli, scontri tra dimostranti e forze di sicurezza israeliane ed attacchi con armi da fuoco, anche a Tel Aviv, nonché lanci di razzi, mortai e aquiloni dotati di dispositivi incendiari provenienti dalla Striscia di Gaza che hanno colpito le città a sud del Paese. Prestate attenzione.
 
COSA NON COMPRARE 
Tanti i souvenir a disposizione: belle le ceramiche armene bianche e blu, interessanti anche i souvenir in legno d’ulivo e madreperla. E poi piatti colorati, portacandele, tazze da kiddush e candelabri a sette bracci. Tanti i riferimenti alle religioni, persino portachiavi e magliette: a volte tale commercializzazione della fede fa storcere un po' il naso.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Israele
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100