Cerca nel sito
Israele Acri Akko archeologia

Israele, ritrovato (forse) un accampamento militare

Nel nord del paese, gli archeologi potrebbero aver scoperto le tracce di un insediamento militare persiano

Akko
istockphotos
Acri
PERCHÉ SE NE PARLA
La notizia al momento è stata diffusa con l’uso di frasi ipotetiche, ma a quanto pare la teoria va rafforzandosi sempre di più. Nel nord di Israele, nell’area di Acri, sono stati ritrovati i resti di quello che sembra essere un antico accampamento militare persiano. Qui si sarebbero insediati temporaneamente i soldati di Cambise II in preparazione all’invasione dell’Egitto, circa 2500 anni fa. Ma sullo stesso luogo in epoche precedenti si sarebbero accampati anche gli eserciti egiziani e prima ancora assiri. I ritrovamenti portano infatti alla luce manufatti risalenti a diverse epoche e civiltà.
 
PERCHÉ ANDARE
La città di Acri non ha bisogno di conoscere la spiegazione definitiva del ritrovamento, essendo essa già una località ricca di luoghi di interesse storico, culturale, religioso. Nota anche come Akko, e in italiano come San Giovanni d’Acri, si affaccia sul mare ed è circondata da una piana. Proprio la sua posizione l’ha resa palcoscenico di conquiste e insediamenti da parte dei popoli dell’intero Mediterraneo, in una terra che è stata il ‘centro del mondo’ per secoli. Qui sono passati i persiani, gli egiziani, i greci, i romani, gli ottomani, i crociati. La storia della città è complessa, e anche piuttosto agitata (anche in tempi relativamente recenti: nell’originaria spartizione del territorio decisa nel 1947, Acri sarebbe dovuta rimanere palestinese; fu occupata da un gruppo paramilitare israeliano l’anno successivo), ma tutte queste vicissitudini l’hanno portata ad avere un centro storico di una bellezza mozzafiato, tanto da essere dichiarato Patrimonio dell’Umanità Unesco. 
 
DA NON PERDERE
Sono tanti i punti di interesse del centro di Acri, principalmente di architettura medievale. La città vecchia è un dedalo di viuzze, mura fortificate e cunicoli. Qui si stabilirono i templari nel 1187, costretti ad abbandonare Gerusalemme, costruendo nel centro della città la loro fortezza. Nel sottosuolo realizzarono un lungo passaggio segreto, noto come Tunnel dei Templari, che portava direttamente al porto. Oggi la galleria è accessibile e aperta al pubblico.
 
PERCHÉ NON ANDARE
Acri si trova in Galilea, nella parte settentrionale del paese. Potrebbe essere fuori dalle rotte classiche di un viaggio in Israele che senza dubbio parte da Gerusalemme. Ma si trova in un potenziale circuito ‘biblico’ non lontana da Nazaret e da Tiberiade.
 
COSA NON COMPRARE
La città vecchia pullula di negozietti di artigianato e souvenir. Non avrete che l’imbarazzo della scelta, ma c’è l’effettiva possibilità di prendere una fregatura acquistando un oggetto dozzinale spacciato per artigianale. 
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Israele
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati