Cerca nel sito
Iran Rasht Gilan Masuleh

Iran, scoperto uno scheletro di 3000 anni

Torna alla luce un sito di sepolture risalenti all'Età del Ferro

Viallaggio iraniano
istockphotos
Masuleh
PERCHÉ SE NE PARLA
Il sito è oggetto di scavi già da diversi anni, ma la nuova scoperta è certamente una delle più significative mai fatte. Da un antico sito sepolcrale risalente all’Età del Ferro sono tornate alla luce molte tombe, suppellettili, ornamenti e soprattutto lo scheletro di un uomo pressoché completo. Ci troviamo nel nord dell’Iran, nella regione di Gilan, vicino a Rostamabad, cittadina a poche decine di chilometri dalla costa del Mar Caspio. Dalle prime analisi, risulta essere lo scheletro di un uomo di circa 40 anni, alto circa 165 centimetri. Assieme a lui, sono state sepolte delle armi. Ulteriori strumenti e utensili sono stati scoperti ad una maggiore profondità nel terreno, il che fa presumere risalissero ad un periodo precedente.
 
PERCHÉ ANDARE
Rostamabad non è esattamente una meta turistica, mentre lo è ampiamente la città di Rasht, che dista una cinquantina di chilometri. Nota per essere la ‘città più bagnata’ dell’Iran (in questa regione piove più che nel resto del Paese, fattore che la rende particolarmente verde e rigogliosa) è anche una bellissima città dal punto di vista architettonico e una meta foodie da leccarsi i baffi. Nel 2015 è stata designata da un progetto UNESCO come Città Creativa dal punto di vista gastronomico. Per affacciarsi sul Mar Caspio occorre proseguire per ancora qualche chilometro e arrivare a Bandar-e-Anzali, pittoresca città portuale (molto più decadente di Rasht).
 
DA NON PERDERE
Un tour in questa zona del Gilan non può escludere il villaggio rurale di Masuleh. Si tratta di uno spettacolare agglomerato di edifici color ocra che stanno abbarbicati su una montagna in modo talmente verticale da avere alcune ‘strade’ che poggiano sui tetti delle case (non si può circolare in automobile). Si trova tra i monti Elburz, immerso in un paesaggio di verdi foreste e corsi d’acqua: un luogo pittoresco oltre ogni immaginazione, reso particolarmente affascinante dall’alone di nebbia che spesso lo avvolge.
 
PERCHÉ NON ANDARE
Probabilmente l’unica ragione per non andare in queste zone è semplicemente che un tour in Iran prevede innanzitutto le tappe che ripercorrono la storia del grande impero Persiano, verso sud. Gilan è una regione che, pur non essendo lontana da Teheran, fa parte di un ideale tour del nord, che di solito non è la prima scelta di chi si reca nel Paese. 
 
COSA NON COMPRARE
Masouleh è ricco di negozi di souvenir. In particolare, si possono acquistare spezie e tessile. Visto che l’artigianato è locale, cercate di avere l’occhio lungo e non acquistare prodotti dozzinali, magari a Rasht, pensando di risparmiare pochi centesimi: non ne vale la pena. 
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati