Cerca nel sito
Pindo Natura Albero Adone

Grecia, quest'albero è il più longevo d'Europa

Il suo nome è Adone e conta ben 1.075 anni: questo pino bosniaco potrebbe raccontare anche l'arrivo dei conquistatori ottomani...

Pinus heldreichii 
Google
Pinus heldreichii 
PERCHE' SE NE PARLA Sui monti Pindos, in Grecia, c'è un pino bosniaco (Pinus heldreichii) che è considerato, tra gli esseri viventi, il più longevo d'Europa. Il suo nome è Adone e conta ben 1.075 anni. E’ stato un gruppo di ricercatori tedeschi, americani e svedesi, coordinati dall'Università di Stoccolma, a scoprirlo. Adone, nato ai tempi dell'impero bizantino, ha visto passare sotto la sua superba chioma tante vicende storiche, a cominciare dall'arrivo dei conquistatori ottomani fino all'occupazione nazista, nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Oggi, gli anelli del suo tronco, sono capaci di raccontare l'evoluzione del clima del Mediterraneo registrato nel corso dei secoli.
 
PERCHE’ ANDARCI Benché  lontana dalle spiagge assolate, il fascino di questa terra è evidente. Si pensi, per esempio, in area balcanica, al Pindo, una catena montuosa che si estende in lunghezza, da sudest a nordovest, per circa 180 chilometri. Questa vanta il monte, sacro al dio Apollo e alle Muse, Smólikas, che, risulta la vetta più alta, con i suoi 2637 metri. Il parco nazionale del Pindo, conosciuto anche come Valia-Kalda, è un rinomato parco nazionale greco ed è situato proprio in questa catena montuosa. 
 
DA NON PERDERE Diversi sono i punti capaci di carpire l’attenzione e l’interesse dei visitatori. Si pensi all’assoluta armonia fra le architetture costruite in legno e pietra locale e la natura circostante che regna a Métsovo. Poi alle caratteristiche chiese, come quella di Theotokos, attualmente in restauro. Degno di attenzione, poi, è anche il parco nazionale di Vikos-Aoòs, istituito nel 1973: è un luogo che sbalordisce e affascina. Infine, ecco la gola di Víkos: le enormi proporzioni del canyon che conta circa un chilometro di altezza e l’impervia pendenza delle sue pareti calcaree, avvincono ogni visitatore.
 
PERCHE’ NON ANDARCI Zona poco adatta agli amanti dei tramonti e delle spiagge, degli aperitivi e delle cene da immaginario italiano. Poco turistica, ma sicuramente degna di nota.
 
COSA NON COMPRARE In questa parte remota dell’Epiro si può praticare il rafting, un’esperienza ritenuta  tra le più elettrizzanti. L’Arachthos è un corso d’acqua fra i più spettacolari, dal tragitto vario e sorprendente.  Si incontrano lungo il suo corso, insieme agli antichi ponti di pietra, ripide gole come anche improvvise e nascoste cascate. Numerose sono le attività proposte praticabili; il kayak, il river trekking e il jeep safari risultano le più gettonate.
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Grecia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100