Cerca nel sito
Grecia Macedonia archeologia Paestum premio tombe antiche

Grecia: la Tomba di Amphipolis vince un premio

La sensazionale scoperta dell'equipe guidata da Katerina Peristeri ha vinto il premio assegnato dalla XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico 

La tomba di Amphipolis
Courtesy of www.theamphipolistomb.com
La tomba di Amphipolis
PERCHE' SE NE PARLA La Tomba di Amphipolis, Macedonia, in Grecia, ha vinto l'"Archaeological Discovery International Award", la grande novità della XVIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico, in programma nell'area archeologica della città antica di Paestum dal 29 ottobre al 1 novembre 2015. La Borsa e Archeo, la prima testata archeologica italiana che nel 2015 celebra l'anniversario dei 30 anni, hanno voluto dare il giusto tributo alle scoperte archeologiche attraverso un Premio annuale. Le altre quattro scoperte archeologiche sono state le impronte umane più antiche d'Europa, ad , Inghilterra; la Tomba di Khentakawess III ad Abu Sir, Egitto; la Tomba con carro di un Principe dei Galli, a Warcq, in Francia; il Tesoro di Orselina, Canton Ticino, in Svizzera
 
PERCHE' ANDARCI L'équipe di archeologi greci guidati da Katerina Peristeri ha ritrovato la tomba antica più grande mai scoperta in Grecia. Il tumulo ha una circonferenza di 496 metri. L'intera base, un cerchio perfetto, è sostenuta da un muro alto 3 metri, fatto di grandi blocchi regolari e ben connessi in marmo di Taso. Si lavora alla tomba dal 2009, ma il 10 agosto 2014 è stato individuato e liberato da terra e detriti un ingresso spettacolare, una porta in marmo guardata da due sfingi alate sedute su un architrave che conserva tracce dei suoi colori originari, rosso, blu, nero. Poi, liberando la sala dietro alle sfingi, coperta da una volta a botte in marmo, è stata scoperta una seconda sala e un altro ingresso. 
 
DA NON PERDERE Verghina, al giorno d'oggi, è uno dei più importanti luoghi archeologici della Grecia. L'area della necropoli, situata tra i villaggi Palatitsia e Verghina, si estende per più di un chilometro quadrato e comprende più di trecento tumuli. Le ricerche archeologiche hanno mostrato che il tumulo più antico risale all'Età del ferro (1000-700 a.C.) e quello più recente è del periodo ellenistico. Qui sono presenti le tombe reali di Megali Toumpa (Grande Tumulo) che includono la tomba di re Filippo II. Da non perdere anche il Museo Archeologico Nazionale di Salonicco, che racconta tutta l'archeologia della Grecia, dalla preistoria all'età romana, nonché i siti archeologici di Petron e della Colonia di Andrion.
 
PERCHE' NON ANDARCI Quanta bellezza, storia e cultura c'è in Grecia. Di cui chi raggiunge la Grecia d'estate per destinazioni come Santorini e Mykonos non possono non approfittare. Nonostante non siano di facile accesso e abbiano bisogno di una giornata intera, non andrebbero assolutamente trascurate.
 
COSA NON COMPRARE Tantissimi i souvenir in questa regione, che fanno riferimento soprattutto alla grande architettura e scultura. Le riproduzioni per la casa di opere d'arte non sono mai il massimo, ma alcune di queste meritano per mancanza di banalità e di approssimazione. Forte anche la tradizione della ceramica, così da avere una validissima alternativa che fa contente le signore.
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Grecia
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100