Cerca nel sito
Germania neonati biberon

Germania, i biberon dell’età della pietra

Ritrovate piccole 'bottiglie' dalla forma di animale con tracce di latte

Augusta
istockphotos
Augsburg, Germania
PERCHÉ SE NE PARLA
Un team di archeologi ha ritrovato in Germania alcune particolari ‘bottiglie’ in terracotta, delle piccolissime anfore con un buco per succhiare il liquido che si trovava al loro interno, dentro alcune tombe di neonati. Esaminandone le tracce residue, sono giunti alla conclusione che al loro interno si trovava del latte (di mucca, capra e pecora). Insomma, è apparso evidente che si tratta di biberon dell’Età della Pietra, antichissimi accessori per l’infanzia che servivano ad integrare la dieta dei neonati. Per di più, hanno tutti delle forme strane, che ricordano animali più o meno realistici: insomma, non solo i genitori già 3000 anni fa davano il latte vaccino ai propri figli, ma realizzavano appositi accessori giocosi e divertenti per loro. Un’interessante scoperta dal punto di vista dello studio delle relazioni parentali dell’epoca.
 
PERCHÉ ANDARE
I biberon preistorici sono stati trovati in diverse località della Germania meridionale, in particolare in Baviera, non lontano da Augusta (Augsburg). La città è una delle più antiche del paese, fondata, come è facile intuire dal nome, dall’imperatore Augusto. La sua architettura e urbanistica sono un tripudio di Rinascimento mitteleuropeo, ma anche il Medioevo ha lasciato numerose tracce, specialmente per il fatto che la città fu un’importante sede vescovile. È qui che venne siglata la pace di Augusta nel 1555, che pose fine a decenni di guerre politico-religiose tra cattolici e protestanti. La città è ricca di arte, musei, istituzioni culturali ed è un vivace centro turistico.
 
DA NON PERDERE
Il pittoresco municipio domina la piazza principale della città, con l’adiacente Torre Perlach che permette di ammirare un panorama mozzafiato. La maestosa basilica Sankt Ulrich und Afra è uno spettacolare esempio di gotico bavarese. Inoltre, non bisogna perdere il particolare quartiere chiamato Fuggerei, un quartiere popolare del 1500 realizzato dalla potente famiglia di banchieri Fugger. Bassi edifici in stile bavarese costruiti per la popolazione meno abbiente, oggi uno dei punti di interesse principali della città.
 
PERCHÉ NON ANDARE
Augusta è una bella città, ma non rientra tra le località più belle del paese. Se non avete mai visitato la Germania ci sono mete molto più pittoresche (Colonia, Brema, Norimberga, Monaco) e piccoli paesini a dir poco fiabeschi. Augusta è un perfetto intermezzo durante un viaggio alla scoperta della Baviera, ma forse non l’obbiettivo finale di un viaggio.
 
COSA NON COMPRARE
Ci sono molti souvenir a tema Mozart, e anche una ‘casa Natale’ che ingannevolmente inducono a pensare che il grande musicista sia nato qui. Egli era invece di Salisburgo, solo il padre era effettivamente nato ad Augusta. 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati