Cerca nel sito
Etiopia Ledi Geraru archeologia

Etiopia, ritrovati strumenti di 2.6 milioni di anni

Una nuova scoperta presso un sito archeologico 'culla dell'umanità'

 fiume Awash
istockphotos
Etiopia
PERCHÉ SE NE PARLA
Dal punto di vista archeologico l’Etiopia è un vero scrigno magico. Qui sono state trovate tracce dell’umanità quando era ancora agli albori, quando da scimpanzé ci evolvemmo in ominidi, e quindi australopitechi. L’asticella delle datazioni qui si sposta tranquillamente fino a oltre 3 milioni di anni fa. Recente è, per esempio, la scoperta di alcuni strumenti in pietra di 2.6 milioni di anni: oggetti affilati, scoperti nell’area di Ledi-Geraru, un progetto archeologico decennale che continua a dare interessanti frutti. Lo studio comparato di altri strumenti altrettanto antichi ritrovati in altre zone dell’Africa (Kenya, Tanzania, Sudafrica) suggerisce che gli strumenti di pietra furono ‘inventati’ più volte a latitudini diverse e modi differenti.
 
PERCHÈ ANDARE
L’area archeologica di Ledi-Geraru si trova nell’Etiopia nord-orientale, e da qui è emerso il più antico resto di Homo mai trovato, una mandibola di 2.8 milioni di anni. A pochi chilometri da qui, è invece tornata alla luce Lucy, l’australopiteco più famoso della storia (3.2 milioni di anni). Insomma, si tratta di un vero tesoro per la storia dell’umanità. Tuttavia per ‘incontrare’ Lucy e alcuni dei suoi parenti più stretti, occorre recarsi ad Addis Abeba, e visitare il Museo Nazionale dell’Etiopia, che custodisce preziosissimi reperti archeologici.
 
DA NON PERDERE 
A breve distanza dal sito degli scavi si trova il Parco Nazionale dell’Auasc (Awash), che si estende attorno all’omonimo fiume. Si tratta di una riserva naturale nella quale ammirare la flora e la fauna grazie a divertenti safari, ma che custodisce anche sorgenti termali naturali e straordinarie formazioni vulcaniche. 720 chilometri quadrati di natura pressoché incontaminata.
 
PERCHÈ NON ANDARE
Quello in Etiopia è un viaggio straordinario, che tuttavia è consigliabile a chi ha un buono spirito di avventura e adattamento. Sicuramente esistono viaggi di diverso livello di comfort, ma in linea di massima il paese obbliga a percorrere molti chilometri in strade sterrate e non sempre i servizi sono di livello particolarmente alto. Si tratta di un viaggio magnifico, ma non per tutti. 
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per territorio
Seguici su:
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100