Cerca nel sito
Egitto Berenice fortezza

Egitto, una fortezza per elefanti sul Mar Rosso

Torna alla luce un edificio che aveva una particolare funzione, sulla costa del Mar Rosso 

Barriera corallina
istockphotos
Mar Rosso
PERCHÉ SE NE PARLA
Una fortezza di 2300 anni è stata trovata dagli archeologi sulla costa egiziana del Mar Rosso, in corrispondenza dell’antico porto di Berenike (attuale Berenice). Costruita durante il regno Tolemaico, ha lasciato pochi dubbi sul suo singolare utilizzo: si trattava infatti di un luogo dove venivano custoditi gli elefanti in attesa di essere imbarcati sulle navi da guerra o commerciali. Le ampie vasche, la conformazione dei cortili, ma soprattutto il ritrovamento di frammenti di un teschio pachidermico, hanno permesso agli archeologi di ricostruire la particolare funzione della fortezza. Che all’epoca doveva essere particolarmente maestosa e complessa, anche se, suggeriscono i reperti, non rimase in uso per molti anni. Anzi, sembra che alcune parti fortificate siano state smantellate già all’epoca, probabilmente considerate non necessarie.
 
PERCHÉ ANDARE
Berenice fu un luogo di strategica importanza commerciale, grazie al suo affaccio sul mare e alla vicinanza con il confine meridionale del Regno (dall’Eritrea e attraverso il Sudan venivano importati gli elefanti). Dopo la conquista romana, la località si espanse ulteriormente, allargando ampiamente i commerci con l’Asia e l’Africa orientale. Tuttavia non sono molti i siti archeologici che ne testimoniano l’antico splendore, e la località oggi è più nota come meta balneare che culturale. Attualmente è in corso un grande progetto archeologico, il Progetto Berenike, che ha lo scopo di gettare luce sul passato antico della città.
 
DA NON PERDERE
Lontana anni luce dalla super ‘massiva’ Sharm el Sheikh, ancora più isolata di Marsa Alam, decisamente più esclusiva di Hurgada, Berenice sta emergendo come nuova meta del Mar Rosso. Caratterizzato da una splendida barriera corallina, il mare è l’attrazione principale del posto, ancora incontaminato e lontano turismo di massa. Baie spettacolari e fondali ricchi di vita ne fanno una destinazione ideale per gli amanti dello snorkeling e delle immersioni.
 
PERCHÉ NON ANDARE
Berenice stava emergendo quando l’Egitto subì il fortissimo contraccolpo post attentati e post primavera araba che decimò il turismo. Se da un lato questo non-sviluppo l’ha resa ancora più esclusiva e incontaminata, dall’altro si tratta di una destinazione un po’ meno semplice da raggiungere rispetto alle mete più a nord, munite di aeroporti e maggiori servizi. È anche la località più cara tra quelle sul Mar Rosso. Si parla tuttavia della costruzione imminente di un aeroporto.  
 
COSA NON COMPRARE
Che vi troviate a Giza, a Luxor, a Sharm el Sheikh o a Berenice, i souvenir dell’Egitto sono gli stessi ovunque. Cammelli, gatti, scarabei e piramidi la fanno da padroni. Berenice non offre molte alternative, quindi è probabile che dovrete accontentarvi di oggettistica ben lungi dall’essere artigianale.

Leggi anche: Sharm el Sheikh a 5 stelle
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Egitto
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Privacy | Cookie Policy | per la pubblicità | Turismo.it - Nexta Srl © 2000-2019. Tutti i diritti sono riservati. P. I. 0697989100