Cerca nel sito
Sohag Egitto tempio Tolomeo

Egitto, torna alla luce un antico tempio tolemaico

Dedicato a Tolomeo IV, sembrava essere andato perduto nei secoli, invece è riemerso vicino a Sohag

Egitto Sohag
istockphotos
Sohag
PERCHÉ SE NE PARLA
Le scoperte archeologiche in Egitto sono frequenti, e non di rado epocali. Quella che è avvenuta poche settimane fa presso il villaggio di Kom Shaqau, a nord di Sohag, è senza dubbio una di queste: durante alcuni lavori al sistema fognario, è tornato alla luce niente meno che un tempio di 2200 anni. Un tempio costruito durante il regno di Tolomeo IV, di cui si sapeva l’esistenza ma che fino ad oggi non era mai tornato alla luce. Gli scavi, ancora in corso, hanno riportato alla luce parte delle mura perimetrali con tanto di incisioni e decorazioni.
 
PERCHÉ ANDARE
Quella che oggi è la piccola località di Kom Shaqau era nell’epoca tolemaica un importante agglomerato urbano. Attualmente la maggiore città di riferimento nell’area è Sohag, un importante centro cristiano copto dell’Alto Egitto. Non vanta molte attrazioni turistiche, ma sulla sponda opposta del Nilo si trova Akhmim, antica città che in epoca greca era chiamata Panopoli, di cui si possono ammirare le rovine. Fu un importante centro per la tessitura del lino e il taglio della pietra, e diede i natali a diverse personalità di spicco dell’epoca, tra cui la regina Nefertari. 
 
DA NON PERDERE
Due monasteri copti di notevole bellezza attirano fedeli e visitatori nella zona di Sohag. Vengono chiamati ‘Monastero Bianco’ e ‘Monastero Rosso’ (dal nome che aveva la pietra delle loro mura perimetrali) e sono entrambi splendidi edifici dal punto di vista architettonico e ornamentale. Per chi ha la possibilità di dedicare una giornata intera a un’escursione, a poco meno di 3 ore dalla città si trova il sito di Dendera, antica città con un importante complesso templare dedicato ad Hator.
 
PERCHÉ NON ANDARE
Se non vi spingono a Sohag ragioni precise, difficilmente la troverete una meta soddisfacente per un viaggio in Egitto. Il paragone con gli altri siti archeologici del paese è impietoso, e le attrattive della città sono decisamente limitate.
 
COSA NON COMPRARE
Ovunque in Egitto l’offerta di souvenir turistici sembra essersi per sempre calcificata sugli emblemi dell’antichità, spesso senza alcun collegamento reale con le località in cui vengono venduti. Visto che l’artigianato del paese è ricco, provate ad evitare Sfingi e Piramidi, soprattutto se vi trovate a centinaia di chilometri da loro. 
 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Egitto
Seguici su:
Natale
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati