Cerca nel sito
Egitto Eliopoli Heliopolis Cairo

Egitto, nuove scoperte nell'antica Heliopolis

Il sito adiacente al Cairo continua a svelare i suoi tesori sepolti

Cairo
Istockphotos
Cairo
PERCHÈ SE NE PARLA
Statue che rappresentavano re e regine, e un blocco di pietra con inciso il volto di Ramses II: sono solo alcune delle importanti scoperte che gli archeologi hanno fatto presso l’antico tempio di Eliopoli, al Cairo. Questa zona è da tempo sotto la lente di ingrandimento degli studiosi, perché più si scava più tornano alla luce frammenti (per modo di dire, perché alcune scoperte sono state colossali) della storia di questo sito in cui un tempo vigeva un culto - ancora non del tutto compreso. Gli artefatti risalgono principalmente al Nuovo Regno e all’età ellenistica. È tornata alla luce anche una porzione di muro appartenente all’antico tempio, mentre la quantità di reperti trovati nei dintorni lascia supporre che in quel punto ci fosse un laboratorio artigianale dove si forgiavano oggetti sacri.

PERCHE’ ANDARE
L’Egitto è una meta sa sogno per gli amanti dell’archeologia (e per gli studiosi), e accanto ai luoghi più noti ci sono altre decine e decine di siti minori. L’area degli scavi citati corrisponde oggi a Al-Matariyya, nel distretto del Grande Cairo. Questa zona fu di grande importanza nell’epoca faraonica, e i reperti che vengono costantemente trovati stanno ricostruendone il valore. Al-Matariyya si trova a nord del Cairo, e qui sono stati trovati un tempio dedicato ad Ra-Atum, un colosso di Ramses, tombe sotterranee, e il grande obelisco oggi simbolo del quartiere.

DA NON PERDERE
Se soggiornate al Cairo, con un breve viaggio in automobile (circa 30 chilometri) potete andare a visitare la necopoli di Saqqara e la Piramide di Djoser, la più antica struttura a gradoni arrivata sino ai giorni nostri. Il sito è speciale: monumenti funebri mastodontici, tombe di re e regine, statue e decorazioni. C’è tutto quello che si desidera dall’Egitto antico, meno la folla di altri luoghi più turistici.

PERCHE’ NON ANDARE
Se non siete mai stati in Egitto non è da qui che vi suggeriamo di partire. I luoghi storici più iconici (Piramidi di Giza, Luxor, la Valle dei Re, Abu Simbel) sono senza dubbio quelli che daranno la vera soddisfazione di trovarvi in un posto unico al mondo. Inoltre da diversi anni l’industria turistica in Egitto è in grave crisi. Un tempo meta gettonatissima, oggi è un paese a cui si guarda con sospetto in quanto a sicurezza. La situazione sta migliorando, ma durante questi anni segnati da instabilità politica e terrorismo la ricezione turistica è decisamente peggiorata.

COSA NON COMPRARE
È abbastanza incredibile che a qualsiasi latitudine egiziana, da nord a sud, si trovino sempre gli stessi souvenir: piramidi, gatti, scarabei, cammelli. Lasciateli perdere e optate per l’artigianato locale, oppure i tè, le spezie, gli aromi. Se siete al Cario non avrete che l’imbarazzo della scelta tra i mille negozietti e mercati in cui comprare questi souvenir, e porterete a casa qualcosa di più ‘vero’.


Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per regione
Seguici su:
Le Offerte della Settimana
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati