Cerca nel sito
Egitto mummie tatuaggi Gebelein

Egitto, le antiche mummie hanno i tatuaggi

Scoperti dei tatuaggi sulle celebri mummie di Gebelein 

Paesaggio egiziano
istockphotos
Egitto
PERCHÉ SE NE PARLA
Sono le mummie egiziane più antiche mai ritrovate sino ad oggi, e di recente sono tornate sotto i riflettori perché nuove tecnologie ne hanno permesso un’analisi più profonda. Sulle mummie di Gebelein sono stati ritrovati dei tatuaggi, prima sfuggiti all’occhio degli archeologi. In particolare sono la mummia nota come ‘Ginger’ e la sua compagna a sfoggiare un toro, un motivo a forma di S e una pecora sulla pelle delle loro braccia. Una scoperta eccezionale, che porta indietro di ben 1000 anni le prime tracce dell’arte dei tatuaggi. Inoltre, sino ad oggi si pensava che all’epoca, in Egitto, solo le donne si tatuassero per decorarsi. Invece ‘Ginger’ era un uomo. 
 
PERCHÉ ANDARE
La scoperta fornisce nuova linfa alla ricerca sulle abitudini degli antichi egiziani, permettendo di conoscere meglio le celebri mummie di Gebelein, le più antiche mai trovate in Egitto. I circa 5000 anni di sepoltura sotto le sabbie desertiche hanno garantito una conservazione eccezionale in queste 5 mummie, in particolare di Ginger, del quale si vedono chiaramente la pelle e persino i capelli ricci. Ma se le si vuole ammirare non bisogna andare in Egitto: sono esposte al British Museum di Londra.
 
DA NON PERDERE
La città attuale si chiama Naga el Gherira, e conserva i resti dell’antica città di Per Hator e di Inty-shuy (nota con il nome greco di Crocodopoli). Ma a Gebelein non è rimasto molto da ammirare, se non le rovine del tempio di Hator. I tesori che invece ha restituito si trovano al British Museum, al Museo Egizio di Torino e a quello del Cairo. In compenso si trova a pochi chilometri dall’antica Tebe (Luxor) quindi è facile includerla in un tour.
 
PERCHÉ NON ANDARE
Come accennato, il sito di Gebelein non è particolarmente ricco o affascinante, oggi. I suoi tesori sono altrove, e in Egitto ci sono siti decisamente più interessanti da visitare. È una località che può interessare gli studiosi o i veri ‘nerd’ appassionati di antichità, ma difficilmente entusiasma il turista medio. 
 
COSA NON COMPRARE
Gebelein non è particolarmente preposta alla ricezione turistica, quindi di souvenir se ne trovano davvero pochi. Inoltre, i siti archeologici del paese tendono ad offrire lo stesso tipo di oggettistica dozzinale un po’ ovunque (piramidi, gatti, scarabei). 
Saperne di più su IL LUOGO DEL GIORNO
Correlati per Paese Egitto
Seguici su:
Altri luoghi da visitare
Chi siamo | Privacy | Cookie Policy | Copyright © 2019 GEDI Digital S.r.l. Tutti i diritti riservati